fb track
Monte San Savino

Monte San Savino

Un piccolo borgo ricco di suggestive vestigia rinascimentali

Sul versante di ponente della Valdichiana – contrapposto a Cortona e adagiato su un monte che si affaccia sulla valle del torrente Esse – si erge Monte San Savino, antichissimo borgo nel quale sono stati rinvenuti diversi segni della civiltà etrusca durante alcune campagne di scavi di fine ’800.

La storia della cittadina seguì lungo i secoli gli eventi che videro coinvolte le fazioni di guelfi e ghibellini. Questi ultimi ebbero il sopravvento portando così il borgo sotto il controllo degli Ubertini, signori di Arezzo, fino al 1306 quando la cittadina passò sotto la giurisdizione fiorentina e guelfa. Nel 1337 Monte San Savino passò quindi sotto il dominio di Perugia, poi sotto quello di Siena e quindi, nel 1384, di nuovo sotto quello di Firenze, che vi inviò un potestà e dei vicari per l’amministrazione della giustizia.

Monte San Savino conobbe il suo massimo splendore tra la seconda metà del ’400 e il ’500, quando fiorì da queste parti il nobile ramo della famiglia Ciocchi-Di Monte, originaria di Firenze e ricca di illustri personaggi come il cardinale Antonio – uno dei più influenti porporati del Rinascimento – carissimo a Giulio II e intimo dei Papi di casa Medici.

Ancor oggi l’antico borgo mostra le vestigia di quell’epoca felice, che si lasciano ammirare nella Porta Fiorentina, nel Cassero (in cui si può visitare il Museo comunale dedicato al variegato artigianato tradizionale del borgo), nel bel santuario di Santa Maria delle Vertighe, nella piccole ma suggestive chiese di Santa Chiara, Sant’Agostino e San Giovanni, nel Porticciolo, nel Palazzo Di Monte, nelle Logge dei Mercanti disegnate da Nanni di Baccio Bigio, e infine nell’antico Ghetto e nella suggestiva Sinagoga

Gli amanti della porchetta già conosceranno Monte San Savino come uno dei luoghi deputati alla produzione di questa leccornia in Toscana, a tal proposito può valere la pena sfruttare l
’immancabile sagra annuale (ogni seconda domenica di settembre) dedicata al gustoso preparato.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Monte San Savino
&
Il territorio
Campagna di Cortona

Val di Chiana Aretina

Con i suoi campi, "granaio della Toscana" dai tempi degli Etruschi
La Val di Chiana Aretina è l’anima agricola della Toscana: le sue terre brulle, apparentemente aride – specialmente in tempo di maggese –, covano in realtà frutti che sono curati come figli da ...
Approfondiscikeyboard_backspace