fb track
Lucignano from above
Photo ©Provincia di Arezzo

Lucignano

Un esempio straordinario di borgo medievale nella Valdichiana

Leggi la storia Lucignano su logo toscana ovunque bella Lucignano - Lucignano, luogo d'aura - Toscana Ovunque Bella Lucignano Lucignano, luogo d'aura Viaggio nel tempo, tra arte, mito e fede.Leggi la storia

Lucignano, in Valdichiana, si direbbe uno dei tanti borghi della campagna toscana, ma a guardarlo si capisce ben presto che in quella forma che rimanda a una spirale, da sempre associata all’energia e alla vita, si nasconde qualcosa di prezioso e unico. Quei cerchi concentrici lasciano quasi immaginare una mano divina, che, lanciando sulla collina un ciottolo come si fa a pelo d’acqua, abbia dato origine a questa meraviglia. Ma a creare tutto questo spettacolo è stata la mano dell’uomo, che, quando dà il meglio di sé, lascia ai posteri capolavori indiscussi.

Lucignano, però, non è solo forma, ma anche contenuto. Le sue strade non si esauriscono in se stesse, ma ospitano qua e là meritevoli mete. Nella centrale piazza del Tribunale sono ben tre gli edifici che colpiscono: la chiesa di San Francesco, la Collegiata di San Michele Arcangelo e il Palazzo Comunale, che ospita un museo.

La chiesa di San Francesco, del Duecento, si fa riconoscere per la sua facciata, realizzata in travertino e arenaria locale. All’interno conserva un polittico rappresentante una Madonna che sorregge il castello di Lucignano, dipinto che viene attribuito a Luca di Tommè, una statua lignea della Madonna di Crespignano, il celebre affresco del Trionfo della Morte e un organo del Cinquecento che è considerato tra i più antichi d’Italia.

Vicina è la Collegiata di San Michele Arcangelo. Accoglie il visitatore con il suo portale in pietra serena è gli rivela, all’interno, un altare maggiore dedicato ai Santi Pietro e Paolo. Diverse sono le tele pregevoli: si rammentano opere del Seicento di Matteo Rosselli, di Giacinto Gemignani, Rutilio Manetti.

Il Museo Comunale, nella stessa piazza, custodisce pale e trittici, nonché oggetti sacri come urne e croci astili. Il posto d’onore nell’esposizione lo riveste senz’altro l’Albero d’Oro, detto anche Albero dell’Amore. Si tratta di un particolarissimo reliquiario in oro con rami che si dipanano meravigliosamente. Intorno a quest’opera di oreficeria è nata una tradizione che vede i giovani innamorati dichiararsi amore eterno davanti all’albero, che pare abbia la proprietà di tenerli uniti per sempre.

Uscendo dal paese, inoltre, si incontrano prima il possente Cassero, nelle antiche mura, in seguito i resti di una fortezza e il Santuario della Madonna delle Querce, nato dalla suggestione ripetuta di miracolose apparizioni agli abitanti del luogo.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Lucignano
&
Il territorio
Campagna di Cortona

Val di Chiana Aretina

Con i suoi campi, "granaio della Toscana" dai tempi degli Etruschi
La Val di Chiana Aretina è l’anima agricola della Toscana: le sue terre brulle, apparentemente aride – specialmente in tempo di maggese –, covano in realtà frutti che sono curati come figli da ...
Approfondiscikeyboard_backspace