Cantagallo

Cantagallo

Alla scoperta di boschi incontaminati e alberi maestosi

La caratteristica più notevole di Cantagallo è quella di essere un territorio immerso in un panorama di foreste, non prive di tratti incantevoli e a sprazzi dominate da faggete e castagneti, oltre alle classiche conifere e ai tratti boschivi misti, non privi però di esemplari monumentali, come il secolare Faggione di Luogomano – la cui chioma copre l’incredibile superficie di circa 900 metri quadrati! La continuità delle foreste, interrotta raramente da spiazzi erbosi, residuo di antichi pascoli o coltivazioni, è oggi una delle aree in tutta Italia più frequentata dai cervi, qui presenti con una popolazione nota a livello nazionale sia per la complessità della sua struttura che per la maestosità degli esemplari.

Non sono molte le notizie pervenute fino ai giorni nostri sulla storia di questo territorio nei secoli antecedenti il XIV, in ogni caso già nel 1234, Cantagallo appariva già dotata di un apparato amministrativo destinato ad acquisire sempre maggior rilievo nel corso dei secoli. L’abitato di Cantagallo, situato nella valle del Rio Ceppeta, alle sorgenti del fiume Bisenzio, è oggi circondato dalle verdeggianti montagne dell’Appennino tosco-emiliano. Il borgo medievale, totalmente distrutto durante la seconda guerra mondiale, rappresenta una base ideale per le escursioni sui monti di questo territorio, da cui si godono ampie vedute panoramiche. A tal proposito ricordiamo che proprio su queste alture sorge la Riserva Naturale Acquerino-Cantagallo.

La sede del comune è nella frazione di Luicciana, nel Palazzo detto La Torricella, all’esterno e all’interno del quale si possono ammirare opere d’arte contemporanea parte del Museo all’aperto. Seppur non facilmente raggiungibile è sicuramente degna di nota l’affascinante (e dissestata) Rocca di Cerbaia, sulla quale aleggia la leggenda di una mancata accoglienza di Dante Alighieri fuggiasco da Firenze nel 1285. Notevole, sempre a Cerbaia, anche l’antico ponte – il più antico attraversamento tutt’ora in piedi del fiume Bisenzio.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Cantagallo
&
Il territorio
Valle del Bisenzio

Valle del Bisenzio

Parchi, musei a cielo aperto e molto altro per una vacanza unica
La valle del Bisenzio si presenta al visitatore, stretta tra la dorsale dei Monti della Calvana e il boscoso crinale appenninico. ...
Approfondiscikeyboard_backspace