Buti

Buti

Itinerari tra arte, storia e gastronomia per scoprire l'anima toscana

Leggi la storia Buti su logo toscana ovunque bella Buti La valle del viver bene Olio unico, tradizioni, cultura, mangiar bene e feste. Chi viene qua se ne innamora ~ di Enrico PelosiniLeggi la storia

Di probabile origine romana, il paese di Buti è situato sulle pendici orientali del Monte Pisano e sulle rive del Rio Magno, immerso nella pace di boschi di pini e di castagni. Il suo territorio comprende i centri abitati di Buti, La Croce e Cascine, collegati tra loro dalla strada che costeggia il torrente. Oltre alla nota Villa Medicea posta nel cuore del paese, Buti sa sorprendere il visitatore con altri luoghi degni di interesse, come il Castel Tonini, che sovrasta il paese; la chiesa romanica di San Francesco e quella dell’Ascensione, detta anche Santa Maria delle Nevi. Quest’ultima è raggiungibile risalendo da Buti lungo la “via dei Molini”, la strada che porta verso il Monte Serra, e che un tempo era caratterizzata dalla presenza di diversi mulini ad acqua. Di un certo interesse anche il piccolo Teatro Francesco di Bartolo (dedicato a quello che fu il primo commentatore della Divina Commedia in assoluto), una struttura costruita nel 1842 secondo i canoni architettonici dei teatri accademici di inizio ‘800.

La particolare posizione geografica del territorio di Buti, quasi completamente circondato dai Monti Pisani, ha influenzato notevolmente le caratteristiche del borgo, le cui principali attività anticamente erano la produzione dell’olio d’oliva, la raccolta di castagne e la lavorazione del legno. Dal XIX secolo divenne tradizionale anche la produzione artigianale di ceste, gabbie e corbelli, mentre nel Novecento si sviluppò l’industria mobiliera. Le antiche lavorazioni vivono ancora nel progetto della Strada dell’Olio dei Monti Pisani, anche grazie alla disponibilità di due moderni frantoi che vengono utilizzati da diversi comuni della provincia.

La vita di Buti è animata da alcuni eventi tradizionali di un certo rilievo, tra questi è certamente da ricordare il classico Palio di Sant’Antonio, che avviene ogni mese di gennaio ed è uno dei più antichi di tutta la Toscana. Inoltre il borgo è vivacizzato da un’importante stagione teatrale, che rende Buti una meta stimolante da visitare, grazie anche alla ricchezza dei suoi boschi, che offrono molte possibilità di esplorare la natura in cui è immerso il borgo, sia a piedi che in bicicletta. Ai piedi del Monte Pisano si trova inoltre larea protetta istituita allo scopo di tutelare un particolare biotopo di Pinus laricio, tra i più alti e maestosi pini selvatici.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Buti