fb track
Villa Caruso Bellosguardo, Lastra a Signa
Photo ©Villa Caruso

Un possibile itinerario alla scoperta delle località amate dal grande tenore

I luoghi di Enrico Caruso in Toscana

Prima tappa
Livorno
Il Teatro Goldoni di Livorno
Il Teatro Goldoni di Livorno - Credit: Teatro Goldoni

Livorno è stata una delle città amate e vissute da Enrico Caruso. Qui, infatti, si è esibito al Teatro Goldoni ed è stato ospite nella villa del soprano Ada Giachetti, interprete con lui dell’opera di Mascagni. La performance si rivelò un successo e venne chiamato anche al Teatro Politeama l’anno successivo per interpretare due opere: I Pagliacci e Cavalleria Rusticana. In questo contesto, Caruso si innamorò di Ada Giachetti, che divenne sua compagna per ben 11 anni: è stata la donna più importante dal punto di vista sentimentale. 

Il cantante adorava anche fare lunghe passeggiate lungomare a Livorno e incontrare amici e colleghi come Mascagni e Puccini.

Seconda tappa
Versilia: Viareggio e Torre del Lago
Torre del Lago Puccini
Torre del Lago Puccini

E a proposito di costa toscana, tra i luoghi cari di Caruso non possiamo ignorare la Versilia. In particolare, il tenore incontrò il maestro Puccini per la prima volta in riva al lago di Massaciuccoli. Tra i due si instaurò da subito una sincera amicizia e un’ammirazione reciproca. Andavano a mangiare insieme e passeggiavano nella natura nei dintorni di Torre del Lago e Viareggio (dove tornò a soggiornare in estate anche con la famiglia). Si dice che quando Puccini sentì cantare Caruso domandò incredulo: “Ma chi ti ha mandato, Dio?”.

Terza tappa
Montecatini Terme
Montecatini Terme, Terme Tettuccio
Montecatini Terme, Terme Tettuccio

Caruso visitò la città di Montecatini molte volte ma, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non vi cantò mai, preferiva disegnare caricature delle persone che incontrava nei pressi dello stabilimento del Tettuccio. Solo una volta si esibì al Teatro Olimpia per sostituire una cantante sul palco e salvare la serata. All’inizio non fu riconosciuto dal pubblico, ma non appena iniziò a cantare, venne acclamato da tutti i presenti.

Quarta tappa
Firenze e dintorni: Sesto Fiorentino e Lastra a Signa
Villa Caruso Bellosguardo garden detail - Lastra a Signa
Villa Caruso Bellosguardo garden detail - Lastra a Signa - Credit: Comune di Lastra a Signa

Nella sua carriera di tenore, Caruso lavorò spesso in America, ottenendo una discreta fortuna anche in termini economici. Per questo, ha potuto investire ingenti somme di denaro in alcuni immobili della Toscana, la terra che continuava ad ammaliare Caruso anche oltreoceano. Acquistò, nel 1904, Villa "I Pini" alle Panche, nella zona di Sesto Fiorentino, dove fece realizzare un ampio giardino all'italiana, prima di andarci a vivere con la moglie americana Dorothy Benjamin. 

Ma non fu la sola spesa in terra fiorentina. Comprò anche una villa a Lastra a Signa, circondata da terreni e giardini, disegnati dallo stesso architetto alle dipendenze della famiglia Medici. La villa, che chiamò Bellosguardo, accoglie oggi un museo a lui dedicato e custodisce cimeli, fotografie d'epoca, oggetti personali e costumi di scena donati dal Centro studi carusiani, ma anche una raccolta di dischi incisi da Caruso e un percorso interattivo in cui si può ascoltare la voce del tenore.

&
Arte e Cultura
in zona
hotel 53 Alloggi local_offer 13 Offerte event 46 Eventi