Photo ©Francesco Bolognini
location_cityArchitetture

Villa Medicea La Ferdinanda di Artimino

Sulle colline di Carmignano il capolavoro architettonico del Buontalenti

Carmignano

La Villa Medicea La Ferdinanda, si trova ad Artimino, nel comune di Carmignano, e fu realizzata per volontà del Granduca Ferdinando I de' Medici, che affidò l’incarico a Bernardo Buontalenti: la costruzione avvenne in soli 4 anni, dal 1596 al 1600, e contribuì ad accrescere la fama dell'architetto fiorentino.

Ma il committente ed i suoi successori non utilizzarono molto la villa fino a Cosimo III, che la riportò al suo splendore originale. Abbandonata nuovamente per tutto il periodo lorenese, il granduca Pietro Leopoldo di Lorena fu costretto a cederla ai marchesi Bartolomei. La villa passò di eredità in eredità: dai Bartolomei ai Passerini e nel 1911 ai Maraini.

L'edificio ha pianta rettangolare e la facciata è caratterizzata da bastioni angolari, che suggeriscono l'immagine di una fortezza e dallo scalone che porta al primo piano, realizzato nel 1930 dall'architetto Enrico Lusini, sulla base di uno schizzo del Buontalenti. L'aspetto militaresco scompare nell'ariosa loggia a filo di facciata, sorretta da quattro colonne tuscaniche.

Artimino visto dalla Villa Medicea
Artimino visto dalla Villa Medicea

L'interno presenta vari saloni affrescati da Domenico Cresti detto il Passignano e Bernardo Poccetti, dalla volta della loggia alla Cappellina, dal Salone dell'Orso all'appartamento di Cristina di Lorena. Al piano terra, trovano posto le cantine granducali e le sale d'armi. I locali sotterranei ospitano il Museo Archeologico comunale di Artimino.

La particolarità de La Ferdinanda è la presenza di moltissimi camini, per questo è detta anche la Villa dei Cento Camini, anche se non raggiungono questo numero ma sono tanti quante sono le stanze, ognuno con una foggia diversa. Infatti Ferdinando I al momento della costruzione volle sistemare in ogni sala una sorta di moderno riscaldamento "singolo" per prevenire il gelo nei periodi di caccia invernali.

Carmignano
Tra pievi e ville cinquecentesche sui dolci colli del Montalbano
Il territorio di Carmignano si estende fra le dolci colline del Montalbano e, oltre al borgo da cui prende il nome il Comune, è costituito da diverse frazioni che contribuiscono in modo determinante a delinearne l’identità, tra queste Artimino, Bacchereto, Comeana, La Serra, Poggio alla Malva, Santa Cristina a Mezzana, Seano e Verghereto. ...
Approfondiscikeyboard_backspace