Giardino Bardini Firenze
location_cityArchitetture

Villa e Giardino Bardini a Firenze

Un'oasi verde ed elegante nel cuore della città

Firenze

Villa Bardini con il suo meraviglioso Giardino si trova in uno dei punti più spettacolari di Firenze ed è un centro espositivo che ospita il Museo Capucci, il Museo Annigoni, oltre a mostre temporanee ed eventi speciali.
Chiamata in origine Villa Manadora, fu costruita nel Seicento su progetto dall'architetto Gherardo Silvani: la splendida posizione panoramica la valse il soprannome di Villa Belvedere, un edificio che ricorda i "Casini di Delizia" diffusi a Firenze tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, nati per la nobilità e circondati da coltivazioni agricole ornamentali. Dopo essere appartenuta a varie famiglie nobili e facoltose, nel 1913 fu acquistata da Stefano Bardini e oggi è una sede esposiva aperta al pubblico.

Giardino Bardini
Firenze vista dalla scalinata del Giardino
Firenze vista dalla scalinata del Giardino - Credit: Bradley Griffin

Il Giardino Bardini, che fa parte del circuito museale di Boboli, si estende per circa 4 ettari e comprende tre zone diverse che facevano parte della Villa: la grande scalinata barocca centrale, il bosco all'inglese ad ovest e la parte agricola ad est.
La scalinata sale attraverso un giardino terrazzato fino al belvedere da cui si può ammirare tutta Firenze e in primavera la spettacolare fioriura del glicine, senza dimenticare le diverse varietà di iris e le delicate rose del Bengala.

Il Museo Annigoni e il Museo Capucci
Il Museo Capucci
Il Museo Capucci - Credit: Sailko

Il Museo Pietro Annigoni raccoglie una ricca collezione di opere del pittore ed è nato per valorizzare uno degli artisti più rappresentativi del Novecento italiano, nella città dove egli potè pienamente maturare e sviluppare il propio talento. In mostra gli autorittratti giovanili più celebri, vari ritratti dei familiari, medaglie, litografie, disegni e oggetti trovati nello studio dopo la morte.

Il Museo Roberto Capucci invece rende omaggio all'opera del grande stilista, giudicato a soli ventisei anni da Cristian Dior come il miglior creatore della moda italiana.
Nelle quattro sale espositive si può ammirare una collezione permanente di creazioni che comprendono abiti caratterizzati dall'eleganza nei materiali e nelle forme, dall'alternanza di colori forti e neutri: abiti concepiti come capolavori della modernità, da cui emergono forme quasi futuristiche e originali.

Info: bardinipeyron.it

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace