Orto Botanico lucchese e Museo Botanico Cesare Bicchi
account_balanceMusei

Orto Botanico lucchese e Museo Botanico Cesare Bicchi

Collezione di specie vegetali ed erbari storici

Lucca
Istituito per volontà di Maria Luisa di Borbone, l'Orto Botanico ha conosciuto un periodo di crisi dalla prima guerra mondiale fino agli anni '50, quando l'Amministrazione Comunale ne ha iniziato il recupero e la valorizzazione. Dal 1974 l'Orto ha ripreso a svolgere tutte le sue funzioni istituzionali. Vi sono conservate diverse migliaia di specie vegetali dell'area mediterranea.

All'Orto è annesso il Museo Botanico Cesare Bicchi, attualmente non aperto al pubblico perché in fase di catalogazione. Vi sono conservati gli erbari storici (Puccinelli, Bicchi, ed altri) ed è stato costituito con i materiali raccolti e tramandati dagli studiosi che operarono nell'ambito dello stesso Orto botanico.

Tra le collezioni più significative quella delle specieofficinali, delle ericacee, delle idrofite, delle specie vegetali spontanee di uso alimentare in Lucchesia, delle camelie. Tra gli erbari conservati nel museo sono di particolare interesse quello di Benedetto Puccinelli, secondo Prefetto dell'Orto, relativo alla flora lucchese, preparato nella prima metà dell'Ottocento e quello del quarto prefettoe quello di Cesare Bicchi, che comprende oltre 10.000 campioni secchi di vegetali.


Contatti:
via del Giardino botanico 14
LUCCA (LUCCA)
Telefono: 0583 583086
E-mail: ortobotanico@lunet.it
Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace