Paolo Graziosi
account_balanceMusei

Museo Fiorentino di Preistoria "Paolo Graziosi" , Firenze

Sorto con lo scopo di riunire, conservare, classificare le collezione preistoriche presenti a Firenze

Via Sant'Egidio, 21

Il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria fu fondato a Firenze nel 1946, con sede nel Palazzo delle Oblate, allo scopo di riunire, conservare e classificare le collezioni preistoriche esistenti a Firenze. Le collezioni coprono un periodo che va dalla prima Età della Pietra fino alle soglie dell’età storica e rappresentano le manifestazioni dell’attività umana basate dapprima su un’economia non produttiva di caccia e raccolta, quindi su di un’economia produttiva basata sull’agricoltura, la pastorizia, la lavorazione dei metalli. I documenti sono costituiti da strumenti di pietra, di osso, da oggetti ceramici, da armi di rame, di bronzo; da testimonianze artistiche (calchi, foto e originali) ecc., accompagnati dai rispettivi tipi umani, dai resti faunistici e botanici. Provengono da scavi e ricerche italiane ed estere effettuate in Europa, Africa, Asia e America fin dagli inizi dell’indagine preistorica nell’800, e costituiscono le collezioni "storiche", ma notevoli sono pure le raccolte provenienti da indagini recenti.

Il Museo al primo piano inizia con due sale di carattere didattico, di cui la prima dedicata all’ambiente, al tipo umano fossile ed alle sue culture durante tutta la preistoria, la seconda all’arte preistorica europea.  La mostra procede in un salone che contiene, a sinistra, una serie di vetrine contenenti documenti originali del Paleolitico (strumenti litici ed ossei), del Neolitico (ceramiche e strumenti litici), dell’Eneolitico e dell’Età del Bronzo (ceramiche, metalli, ecc). Il lato destro di tutto il salone del primo piano è dedicato all’arte preistorica italiana con pezzi autentici, foto, disegni, grandi diapositive.

Al secondo piano, un interesse particolare rivestono le collezioni europee provenienti dalle prime scoperte nel campo della preistoria, quindi le prestigiose collezioni africane ed asiatiche. Per l’America è da segnalare il materiale etnografico argentino e il materiale litico della tarda preistoria nordamericana.
È inoltre molto interessante la mostra fotografica a carattere permanente di arte preistorica africana a grandezza naturale costituita da oltre 60 gigantografie.

 

Accesso handicap:

Accessibile. E’ preferibile entrare da via dell’Oriuolo dove si trova l’ascensore. Marciapiede raccordato alla strada; per entrare bisogna fare un percorso esterno con due rampe in salita; sulla destra si trova l’ascensore. Da Via San Egidio l’ingresso è sconsigliato per la presenza di una rampa a cui si arriva da un marciapiede un po’ stretto e di un montascale difficilmente fruibile.
 

Contatti:

Via Sant'Egidio 21

FIRENZE (FIRENZE)

email: infomuseofiorentinopreistoria.it

www.museofiorentinopreistoria.it

 

 





 

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace