fb track
account_balanceMusei

Il Museo Archeologico di Firenze

In mostra preziosi reperti etruschi, romani ed egiziani

Map for 43.776623,11.261475
Firenze

Il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, nato da un nucleo di raccolte di antichità dei Medici e dei Lorena, si trova a Palazzo della Crocetta dove sono esposti preziosi reperti degli scavi etruschi e romani in Toscana ma anche collezioni egizie e greche.
Il suo nucleo centrale è quello relativo alla civiltà etrusca, che già nel Quattrocento interessava Cosimo il Vecchio de’ Medici: fu con Cosimo I che si formano le attuali collezioni, incrementate dai suoi successori (fra i quali spicca il cardinale Leopoldo).

Qui si può ammirare la Chimera di Arezzo, una delle opere etrusche più celebri, un bronzo che raffigura l’essere mitologico che fu trovato nel 1553 vicino ad Arezzo, ma anche l’Arrigantore, la statua del I secolo che raffigura un nobile etrusco che indossa la toga romana e fu rinvenuta sempre nel Cinquecento vicino al lago Trasimeno. Splendidi anche il bronzo etrusco della Minerva di Arezzo, il Sarcofago delle Amazzoni di origine greca e il sarcofago di Larthia Seianti, una terracotta colorata che arriva da Chiusi e rappresenta una nobile mentre si sistema il velo sopra la testa. Oltre alle opere già ricordate, merita una speciale menzione anche il ricco settore dell’oreficeria, mentre nel giardino sono state ricostruite alcune tombe etrusche come la Tomba Inghirami di Volterra, con le sue originali urne in alabastro.

Al primo piano del palazzo si trova il Museo Egizio, compreso dentro il Museo Archeologico, una collezione ricchissima seconda solo in Italia a quella di Torino, con in mostra vasi, ritratti, rilievi come quello raggifurante la dea Maat, calici, sarcofaghi, statuette e molti oggetti di vita quotidiana.

Info: museoarcheologiconazionaledifirenze.com

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace