La galleria delle Fonti dell'Abbondanza
Siti storici

La Galleria delle Fonti dell'Abbondanza

Tunnel medievale e punto strategico della città

Massa Marittima
Durante il Medioevo, nel travertino su cui poggia la cittadina di Massa Marittima furono scavati dei cunicoli per rifornire di acqua le Fonti dell’Abbondanza, un edificio a tre grandi archi a sesto acuto, costruito e decorato nel 1265. I suoi bellissimi affreschi sono stati scoperti e restaurati solo recentemente. Il più celebre è la Fecondità dipinto sulla prima arcata, raffigurante un albero pluriramificato i cui frutti sono dei falli, a simboleggiare la fertilità e la vita.

In passato queste fonti avevano un ruolo strategico per la città, soprattutto in caso di assedio, poiché erano le uniche fonti a trovarsi entro la cinta muraria da cui poter attingere acqua potabile. Nella parete della seconda arcata si apre, infatti, la galleria sotterranea di captazione idrica. Nel cunicolo, di lunghezza di 270 metri e altezza 1,90 metri, sono stati ricavati pozzi per raccogliere l’acqua filtrata dalla roccia superiore. Sulla volta sono visibili stalattiti di origine calcicae concrezionamenti, di varie forme e dimensioni,  che decorano  il pavimento e le pareti.

Si suggerisce di abbinare alla vostra gita  un'escursione del territorio in particolare al Museo del ferro e della ghisa di Follonica e alla Porta del Parco Minerario di Monterotondo Marittimo.

Itinerario di visita: È previsto un facile itinerario: 1h, 270 m.

Accessibilità ai disabili: no
Massa Marittima
Un incanto protetto da una cinta muraria ben conservata
Adagiato su un colle alto e isolato, il bel centro storico di Massa Marittima svetta racchiuso entro una cinta muraria ben conservata, rappresentando uno dei complessi urbanistico-architettonici più rilevanti di tutta la Toscana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace