Il Museo del Bargello
account_balanceMusei

Il Museo Nazionale del Bargello

A Firenze una collezione di sculture rinascimentali unica al mondo

Il Museo Nazionale del Bargello ha come sede uno dei palazzi pubblici più antichi di Firenze, una bellissima costruzione medievale che era la sede del Capitano del Popolo e successivamente del Podestà, mentre in seguito divenne la residenza del Bargello (il capo degli sbirri) e una prigione.

Solo nell’Ottocento fu trasformato nel grande museo della scultura del Rinascimento, con una collezione tra le più importanti al mondo e una raccolta di arti minori gotiche e del Quattrocento.

Il cortile del Bargello
Il cortile del Bargello - Credit: Paolo Villa
david-donatello-bargello - Credit: Patrick A. Rodgers

Al piano terreno si trova la sala del Cinquecento con quattro statue di Michelangelo – il Bacco, il rilievo con la Madonna e il Bambino, il Bruto e il David-Apollo – e opere di Sansovino, Benvenuto Cellini, Ammannati e Giambologna, di cui si ammirano il Mercurio e gli gli animali in bronzo eseguiti per la grotta della Villa Medicea di Castello.

Nel grande salone trecentesco al primo piano troviamo esposte alcune opere di Donatello tra cui il celebre David in bronzo del 1440, capolavoro rinascimentale dalle armonie perfette, ma anche il San Giorgio qui trasportato dalla sua nicchia di Orsammichele, un altro David però in marmo, l’Atys e il Marzocco, insieme alle creazioni di Brunelleschi, Ghiberti e Luca della Robbia.

Al secondo piano si trovano le sculture della fine del Quattrocento di Verrocchio, Rossellino, Pollaiolo.

 Ma le collezioni del museo non finiscono qui: si possono ammirare splendidi avori, anche di epoca romana e bizantina, gioielli rinasimentali, smalti medievali e vetri veneziani. Senza dimenticare la sezione delle terrecotte invetriate di Andrea e Giovanni Della Robbia, il David bronzeo e la Dama del mazzolino di Verrocchio e il busto di Costanza Buonarelli di Gian Lorenzo Bernini. 

Per informazioni: www.bargellomusei.beniculturali.it

 

Cover image credit: Lauramcr92

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace