Larciano castello
location_cityArchitetture

Gli edifici storici del Montalbano

Il patrimonio architettonico di Larciano

Larciano
L'insediamento umano è caratterizzato da signorili ville padronali, eleganti fattorie e numerose case coloniche dislocate sui vari poderi.  Per questa zona, in considerazione del determinante intervento dell'uomo sull'ambiente, è stata utilizzata l'appropriata definizione di campagna-giardino, a sottolineare il grande rilievo che ha avuto nel Montalbano l'azione dell'uomo-agricoltore, che ha reso ancora più bella e produttiva questa zona mediante terrazzamenti, vigneti ed oliveti disposti sui terreni collinari.

Edifici storici di Larciano

Villa Poggi Banchieri a Castelmartini
All'interno di un esteso parco troviamo questa costruzione di gusto vagamente neorinascimentale (bugnato al pianterreno, finestre sormontate da grandi lunette al piano nobile), dovuto ai radicali rifacimenti del secolo scorso. Prima di passare, nel 1777, ai Banchieri, era appartenuta ai Panciatichi, agli Ammannati e aveva fatto parte della tenuta granducale di Castelmartini.

Castello di Larciano
Il castello di Larciano, risalente alla fine del 300, era circondato da un circuito murario fortificato, e dotato di due porte, di bertesche, merli, torri, e di una rocca con torre. La rocca o Cassero, venne ricavata nella parte più alta dell'insediamento probabilmente dai pistoiesi dopo l'acquisto nel 1226, ed era dotata di una torre merlata altissima dalla cui cima era possibile dominare tutta la Valdinievole, e, all'interno, trovava dimora un palazzo e case atte a dimora del capitano della guardia. Delle torri, che guarnivano la cinta muraria, oggi non rimangono che pochi resti, fatta eccezione per quella inclusa nel cassero che ha una forma quadrangolare e raggiunge l'altezza di 36 metri. Entrando nella rocca, si notano l'antica cisterna, che raccoglieva l'acqua piovana e, sulla sinistra, le fondamenta della scomparsa casa del capitano della guardia. Oggi la Rocca è sede del Museo Civico inaugurato nel 1976, a cura del gruppo Archeologico della Valdinievole.

Castello di Cecina
Il castello di Cecina nasce all'incirca nel 1300 e aveva una struttura militare assai più ridotta rispetto al vicino castello di Larciano, e, con ogni probabilità era cinto da una serie di opere murarie che, insieme ad un'unica torre, dovevano costituire la struttura del castello. Vi era situata una casa dove abitava il Podestà 'dicte terre'. Oggi, sul retro della chiesa si nota un edificio molto rimaneggiato, sulla cui facciata si notano due strette finestre, ormai murate, che potrebbe essere stata l'abitazione del capitano della guarnigione.

Canonica (ex Palazzo Podestarile)
Questa semplice, massiccia costruzione era in origine il palazzo podestarile, e adibita a canonica nel 1800, destinazione tutt'oggi mantenuta. A ricordo dell'originaria funzione rimangono all'esterni pochi stemmi di podestà in maiolica e pietra.
Larciano
Mura medievali appoggiate su dolci colline in un percorso a ritroso nel tempo
Alle pendici del Montalbano, Larciano si estende per una superficie di 21 Kmq., costituito dalle frazioni di S. Rocco, Larciano, Cecina e Castelmartini, nonché dai centri abitati di Baccane, Colonna e Biccimurri. Larciano Alto ha mantenuto l'impianto urbanistico medioevale, di cui si conserva la cinta muraria del XIII secolo, con tra porte di accesso al borgo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace