Piazza Repubblica
Quartieri, strade e piazze

Firenze, piazza della Repubblica e l'antico mercato ortofrutticolo

Camminando nel centro del capoluogo toscano tra diavoletti e cipolle

Firenze

Quando si arriva in Piazza della Repubblica si può davvero dire di essere giunti nel centro di Firenze. La Colonna dell'Abbondanza rappresenta infattti, il centro esatto di città, l'antico "umbelico" del Forum romano. Essa segna anche il confine tra i tre dei quattro quartieri storici fiorentini che si trovano da questa parte dell'Arno, vale a dire tra gli azzurri di Santa Croce, i verdi di San Giovanni ed i rossi di Santa Maria Novella; i bianchi di Santo Spirito infatti hanno il loro territorio in Oltrarno. Parte dell'attuale piazza veniva adibita a mercato e proprio perché essa costituiva il punto più importante dal punto di vista commerciale politico e sociale della città, in questo luogo nacquero numerose storie aneddoti e leggende miste a realtà. Una di queste racconta che in un giorno del 1245 San Pietro Martire era intento, come al suo solito, a predicare contro gli eretici. Una gran folla si era radunata tanto che la piazza non riusciva a contenere tutti i fedeli che si accalcavano fino verso Piazza delle Cipolle (Piazza Strozzi). All'improvviso il diavolo, sotto le sembianze di un possente cavallo nero, volle disperdere tutte quelle persone correndo all'impazzata nel Mercato e travolgendo tutto quello che trovava di fronte a sé. Allora San Pietro Martire, resosi conto del pericolo, alzò il braccio e tracciò con la mano il segno della croce in direzione del cavallo imbizzarrito; questi si fermò all'istante e poi scomparve. Alcuni secoli dopo in ricordo di tale episodio Bernardo Vecchietti ordinò al Giambologa di modellare un portabandiera in bronzo a forma di diavolino e lo fece porre all'angolo del proprio palazzo (Via Vecchietti-Via Strozzi). Rispetto al mercato di Piazza della Repubblica, il mercato ortofrutticolo era leggermente spostato e si svolgeva prima della costruzione di Palazzo Strozzi, nello spazio antistante che veniva chiamato appunto "Piazza delle Cipolle". In ricordo di ciò, le quattro lanterne agli angoli del Palazzo Strozzi portano nella parte piu alta delle lunghe "reste" che ricordano proprio gli steli delle cipolle.

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace