account_balanceMusei

La Sinagoga e il Museo Ebraico di Firenze

Con la sua cupola verde rame è uno dei monumenti più visibili della città

Firenze

Con la sua grande cupola in rame verde e il suo stile esotico moresco, così diverso da quello della Firenze medievale e rinascimentale, la Sinagoga spicca nello skyline della città come un monumento visibile da qualunque punto panoramico.

Anche l’interno è molto suggestivo per la ricchezza delle decorazioni geometriche negli affreschi alle pareti, lo splendore dei mosaici e la luce soffusa, che filtra dalle vetrate policrome. Parte integrante della visita alla Sinagoga è il Museo Ebraico fondato nel 1981 e ampliato nel 2007.

Un po' di storia
La Sinagoga
La Sinagoga - Credit: Anna Fox

La presenza della comunità ebraica a Firenze è segnalata fin dall'epoca dei romani. Questa comunità ha vissuto in una zona vicino al Ponte Vecchio, sul lato sud del fiume, fuori dalle mura della città, finché nel 1571 Cosimo I de' Medici, incoraggiando la presenza degli ebrei in città, chiese all'architetto Bernardo Buontalenti di trasformare l'area vicino al vecchio mercato (ora Piazza della Repubblica) in un ghetto.
Il ghetto fu aperto solo nel 1848, ma la comunità si emancipò solo dopo l'unificazione dell'Italia nel 1861.

La Sinagoga

La Sinagoga di Firenze fu inaugurata nel 1882 nel quartiere "Mattonaia" (una zona con parchi e giardini, all'interno delle mura cittadine, ma ancora non completamente sviluppata) ed è uno dei migliori esempi europei di unione tra lo stile moresco e quello arabo e bizantino, entrambi influenzati dalle chiese cristiane e dalle vecchie sinagoghe spagnole, con la facciata in travertino e le cupole rivestite in lastre in rame dal tipico colore verde, che si stagliano come un punto di riferimento nel panorama fiorentino.

La sinagoga ospita il Museo Ebraico, un viaggio nella storia della comunità ebraica di Firenze, che espone una ricca collezione di oggetti cerimoniali d’arte ebraica, argenti e tessuti provenienti dalle antiche sinagoghe del ghetto fiorentino, fotografie e video storici e una sala dedicata alla memoria della Shoah.

Info: firenzebraica.it

Cover image credit: Avital Pinnick

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace