fb track
Pane di Altopascio
Pane, pasta e legumi

Il pane di Altopascio

Il suo sapore unico è dovuto ad un impasto particolare detto 'sconcia'

style
Categoria
Pane, pasta e legumi
place
Provenienza
Altopascio e comuni limitrofi

Il Pane di Altopascio tradizionale è prodotto senza lievito; per la lievitazione è utilizzato un impasto particolare detto "la sconcia" che è prodotto quotidianamente. Come nella migliore tradizione toscana, è senza sale. Il prodotto è ottenuto dalla lavorazione della farina di grano tenero, tipo 0, lievito naturale e acqua, uno dei segreti del suo apprezzato sapore.

Il prodotto

Il pane di Altopascio ha forma quadrangolare (bozza) o allungata (filone), ha consistenza morbida all’interno e una crosta croccante di colore chiaro, dorato. Viene fatto lievitare su apposite tavole per circa 1 ora e le forme sono coperte con teli di canapa. Infine viene cotto per circa un'ora. La particolarità del sapore è dovuta non solo alla farina ma anche all'utilizzo dell'acqua della zona per l'impasto.

Zona di produzione
Altopascio
Altopascio

La zona di produzione, oltre che nell’epicentro del Tau, è localizzata anche nei territori limitrofi di Porcari, Montecarlo e Castelfranco di Sotto. 

Altopascio, la "città del pane"

La città di Altopascio è da sempre considerata la "città del pane", questo perchè è di natura una città "ospitale". Da qui, infatti, passavano e passano ancora oggi i pellegrini in viaggio lungo la Via Francigena.

Per questo, intorno all'anno mille, una confraternita di dottori chiamata Cavalieri del Tau costruirono uno "spedale"per ristorare i viandanti stremati dai lunghi viaggi. Le modalità di assistenza furono regolate nel 1232 da vere e proprie norme tra cui il pane che era un diritto avere per tutti coloro che arrivassero ad Altopascio. Da allora, la tradizione del pane è rimasta sempre molto viva.

&
Enogastronomia