Monterotondo Marittimo

Monterotondo Marittimo

Tra ruderi medievali, geyser e soffioni boraciferi, un piccolo angolo di paradiso ancora inesplorato

Leggi la storia Monterotondo Marittimo su logo toscana ovunque bella Monterotondo Marittimo Tutte le storie di Monterotondo Marittimo Leggi la storia

Sperduto nelle Colline Metallifere, nascosto tra boschi di castagni, esiste un piccolo angolo di paradiso ancora inesplorato. Monterotondo Marittimo è un tipico borgo medievale e il suo nome, Mons Ritundus, deriva dalla forma conica del colle sul quale è situato. Il territorio di questo comune segna il punto di intersezione di tre province diverse: Pisa, Livorno e Grosseto.

Il paese conserva i ruderi dell'antico castello, la Rocca degli Alberti, risalente al XII secolo. Visitando queste rovine e addentrandosi nei pittoreschi vicoli del centro storico, si respira ancora quella lontana atmosfera medievale. Anche il circondario offre numerose attrattive: la deliziosa chiesetta romanica di S. Croce, costruita dai frati sulla sommità di un'altura nel XIII secolo; il coevo Castello minerario di Cugnano, sito archeologico di grande importanza; le rovine dei Bagni del Re Porsenna, popolare centro termale durante l'VIII secolo; il Santuario della Madonna del Frassine, meta di pellegrinaggio di notevole richiamo. La vera ricchezza che distingue Monterotondo Marittimo dagli altri borghi medievali della Toscana consiste in un paesaggio unico al mondo, che esercita sul visitatore un fascino particolare, sorprendendolo con uno spettacolo di rara bellezza.

Appena fuori dal paese si trova il Parco delle Biancane dove, grazie ad un percorso guidato è possibile ripercorrere le tappe della storia della geotermia. Nella parte inferiore del Parco si possono osservare da vicino un Lagone naturale in piena attività e la Sorgente di Chiorba, dove l'acqua, proveniente dalle profondità della terra, sgorga ad altissima temperatura. Da qui, seguendo il sentiero che si inerpica sul monte, si raggiunge la parte superiore del Parco: Le Biancane. Il terreno emana calore, l'aria è impregnata di zolfo, colonne di vapore si dissolvono nell'aria e lo sguardo è attratto dai colori insoliti delle rocce e della vegetazione. Proseguendo la passeggiata si assiste a fenomeni stupefacenti come le solfatare, le fumarole, i geyser, le mofete e i soffioni boraciferi.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Monterotondo Marittimo
&
Il territorio
Colline Metallifere

Colline metallifere

Paesaggi suggestivi e risorse minerarie nella antica terra degli Etruschi
L’area delle Colline Metallifere si sviluppa a nord della provincia di Grosseto in un lento digradare dalla fascia montuosa delle alture delle Cornate di Gerfalco, a quella collinare, fino ad ...
Approfondiscikeyboard_backspace