fb track
Monterchi
Photo ©Luca Aless

Monterchi

Una roccaforte di confine arroccata su un'isolata collina

Tra le colline della valle del Tevere, a due passi dall’Umbria, in mezzo ad antiche pievi medievali e conventi, se ne sta fieramente arroccato il borgo di Monterchi. Questo poggio isolato, probabilmente, era in passato sede di alcuni culti pagani in onore di Ercole, da lì il nome di Mons Herculis e poi di Monterchi.

Il suo centro storico conserva un aspetto tipicamente medievale, anche se alcuni significativi terremoti, tra l’Ottocento e il Novecento, lo hanno messo a dura prova. Le sue stradine, oggi, fanno respirare un’aria di altri tempi, tra piccole botteghe e bar di paese. Non manca la tentazione di affacciarsi ai parapetti in muratura, prima su tutti la terrazza panoramica della Rocca, che offrono un lunghissimo sguardo sui paesaggi circostanti.

Monterchi, però, è universalmente nota per essere una delle terre di Piero della Francesca, uno dei più grandi pittori italiani del Quattrocento. Qui, sulle tracce delle memorie della madre, nativa del borgo, ha lasciato un capolavoro come la Madonna del Parto, un affresco dipinto nel 1459 all’interno della chiesa di Santa Maria a Momentana. All’opera è stato dedicato un museo, che la mostra in tutto il suo splendore.

Dell’offerta museale del paese fa parte anche il Museo dei pesi e delle bilance, una delle raccolte più importanti d'Europa, fatta di più di cento oggetti e laboratori interessanti che permettono di scoprire mestieri di una volta.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Monterchi
&
Il territorio
Valtiberina, girasoli

Valtiberina

Patria dei maestri del Rinascimento, da Michelangelo a Piero della Francesca
L'Alta valle del Tevere, o Valtiberina, è il lembo più orientale della Toscana e trae il nome dal fiume che l'attraversa in tutta la sua lunghezza, fino al confine con l'Umbria. ...
Approfondiscikeyboard_backspace