Livorno: sul lungomare tra palazzi eleganti e panorami romantici

Suggestivi scorci della città labronica

Dal cuore mediceo della città fino alle scogliere del Romito si snoda una "passeggiata a mare" lungo un percorso ricco di bellezze naturalistiche e architettoniche.

L'ottocentesca promenade, oggi Viale Italia, che costeggia il mare fra prati e ricca vegetazione, è la passeggiata storica di Livorno fra maestosi palazzi e stabilimenti balneari già noti nel XIX secolo, quali lo Scoglio della Regina, prediletto dalla regina d'Etruria Maria Luisa di Borbone, i Pancaldi (1846), che si fregiavano dell'appellativo di "Regio Bagno" per la presenza di vari reali, specie dei principi di casa Savoia che frequentavano l'Accademia, e gli  Acquaviva(1840), meta di turismo colto e di élite.

Livorno-terrazza-mascagni - Credit: Fabrizio Angius

Si allarga sul mare la suggestiva Terrazza Mascagni, elegante architettura da cui si gode un ampio panorama sul mare e sulle isole dell'Arcipelago Toscano. Risalente agli anni venti è stata di recente restaurata, assieme a tutto il comparto che la circonda, dove è stato ricostruito secondo il modello originale un Gazebo per la musica. Sempre in questa zona è oggi interessato da un importante intervento di restauro e ampliamento il complesso novecentesco dell'Acquario Comunale "D. Cestoni", centro espositivo e di ricerca su fauna e flora marina del Mediterraneo.

Di fronte all'ingresso dei Bagni Pancaldi in Piazza Modigliani è stata di recente restaurata la Fontana del Nettuno, donata nel 1934 al Comune da Giuseppe Valiperti. Proseguendo nel percorso litoraneo si incontra la Chiesa di San Jacopo in Acquaviva, sorta nell'attuale fisionomia nella seconda metà del secolo XVIII su una precedente pieve romanica. Nelle sue adiacenze si colloca l'Accademia Navale, istituto di formazione degli ufficiali della Marina Militare Italiana fondato nel 1881, simbolo del profondo legame di Livorno con il mare. Tra i due ingressi dell'Accademia si innalza la Barriera Margherita, realizzata per allargare ulteriormente la cinta daziaria cittadina.

Historic Centre Livorno - Credit: Social Media Team - Visit Tuscany

Villette in stile liberty accompagnano fino all'Ippodromo Caprilli, sede centenaria di importanti stagioni al galoppo estive ed invernali, fra i primi a livello nazionali per presenza di spettatori. Più oltre, verso Ardenza Mare, i granducali Casini di Ardenza (1844), tredici palazzine in stile neoclassico, testimoniano ulteriormente le tradizioni turistiche della città, mentre, poco lontano, la pineta della Rotonda di Ardenza, ospita, tra l'altro, nel periodo estivo, centinaia di opere di pittori nell'ambito della manifestazione Premio Rotonda. La passeggiata lungo il Viale di Antignano giunge al limite sud della città, con il borgo omonimo sede di un castello più volte ristrutturato ed oggi adibito ad abitazione.

&
Toscana romantica