Pontremoli
crop_originalOpere d'arte

Viaggio a Pontremoli dentro i labirinti della Lunigiana

Nella chiesa di San Pietro tra misteri e leggende

Pontremoli

La chiesa di San Pietro è uno delle più antiche di Pontremoli, punto di riferimento per i pellegrini che si muovevano sulla via Francigena. L’edificio attuale, ricostruito dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, conserva una delle testimonianze più interessanti del Medioevo lunigianense: sulla parete destra è murata una lastra in arenaria del XII secolo raffigurante un labirinto circolare, molto simile a quello scolpito su un pilastro della facciata del Duomo di San Martino a Lucca. Il labirinto è sormontato da due personaggi con cavalli che forse rappresentano un viaggiatore e i pericoli che lo attendono.

La lastra è indubbiamente un’allegoria dei pellegrinaggi, che nella cultura religiosa medievale erano ricerca della salvezza e bisogno di espiazione. In senso più ampio il labirinto rappresentava la vita del cristiano e il suo anelito alla perfezione, da perseguirsi lungo un percorso tortuoso. In Lunigiana, lungo la Francigena, si trovano molte testimonianze di viaggi tragici, conclusi con la morte dei pellegrini. Si tratta a volte di personaggi illustri, che venivano sepolti nelle chiese vicine al luogo del decesso. A loro volta questi santi e martiri richiamavano altri pellegrini provenienti da paesi anche molto lontani. È il caso di San Terenzio, ricordato da quattro tele presenti nell’omonima chiesa di Fivizzano.

Terenzio era un fervente cristiano scozzese, che vendette le sue terre per andare a visitare le tombe di Pietro e Paolo. Giunto nei pressi del fiume Lavenza, a Carrara, venne assassinato dai suoi servi che ne occultarono il cadavere. Nel luogo della sepultura spuntò un bellissimo corniolo che dava dei frutti di un rosso intenso e di notte si notò l’apparizione di fiammelle dal terreno. Venne avvertito il vescovo Gualtiero che decise di far scavare il terreno. Il corpo del povero Terenzio venne ritrovato e fu caricato sopra un carro tirato da due giovani buoi che si fermarono nel luogo dove venne eretta la chiesa.

Pontremoli
Un prezioso scrigno di memorie artistiche e monumentali
Pontremoli oggi, è un prezioso scrigno di memorie artistiche e monumentali: attraversare i suoi ponti medioevali, percorrere il lastricato delle sue vie, è come sfogliare un libro di storia dell'arte. ...
Approfondiscikeyboard_backspace