Luoghi di culto

Concattedrale di Santa Maria Assunta a Pontremoli

Il Duomo di Pontremoli è costruito in stretta aderenza dei dettami del Concilio di Trento

Concattedrale di Santa Maria Assunta a Pontremoli

La concattedrale dedicata a Santa Maria Assunta è la chiesa più importante di Pontremoli. La sua costruzione fu sancita dal Consiglio generale di Pontremoli il 7 luglio 1630, con un decreto che stabiliva l’erezione di “un tempio sontuoso, nobile e capace del popolo quanto sia possibile (…) nel luogo ove è la chiesa di Santa Maria di Piazza”. I lavori iniziarono nel 1636 su progetto dell’architetto Alessandro Capra, nell’area ricavata dalla demolizione dell’antico oratorio della Madonna del Popolo, e si conclusero nel 1687. Riconosciuta insigne collegiata nel 1721, la chiesa fu proclamata cattedrale il 4 luglio 1787 con una bolla di Pio VI, al momento dell’istituzione della diocesi di Pontremoli. Nel 1986 divenne concattedrale della diocesi di Massa Carrara-Pontremoli.

 

Il Duomo è un significativo esempio di aderenza ai dettami della chiesa contro-riformata – sanciti dal Concilio di Trento e codificati esemplarmente nelle strutture gesuitiche – di cui Santa Maria Assunta di Pontremoli ripete l’impianto: unica vasta navata con cappelle laterali e breve transetto cui si aggiunge una cupola altissima e luminosa all’incrocio dei bracci.

 

Gli affreschi della volta della navata e del transetto realizzati da Francesco Natali alla fine del Seicento, furono sostituiti da stucchi alla metà dell’Ottocento, mentre gli stucchi del presbiterio e del coro risalgono alla metà del Settecento. Ottocentesche anche la cappella del Santissimo Sacramento (1828) e la facciata (1878-1881), realizzata su disegno del fiorentino Vincenzo Micheli dagli architetti Giovanni Pacini e Pasquale Poccianti. Il ricco arredo pittorico della chiesa costituisce una sorta di antologia della pittura italiana del Settecento. Tra questi ricordiamo gli importanti dipinti di soggetto mariano del presbiterio e del coro: la Nascita della Vergine del Ferretti, la Visitazione del Meucci, lo Sposalizio del Peroni e l'Annunciazione di Giuseppe Bottani.

 

[Per maggiori informazioni: www.terredilunigiana.com]

 

Pontremoli
Alla scoperta di quella che fu la mitica Apua: tra arte, natura e cucina tradizionale
Pontremoli è il comune più a nord di tutta la Toscana e uno dei centri più caratteristici della Lunigiana. Posta su un pianoro circondato da colli e poi da monti, la cittadina è un piccolo scrigno di memorie artistiche e monumentali: attraversare i suoi ponti medioevali, percorrere il lastricato delle sue vie è anche un modo per viaggiare indietro nel tempo raggiungendo un’epoca mitica, è ...
Approfondiscikeyboard_backspace