fb track
Riserva naturale di Burano, Capalbio
natureElementi naturalistici

Riserva Naturale del Lago di Burano

L'Oasi WWF tra il mare e il lago è un piccolo paradiso naturale per gli animali

Map for 42.40895,11.372184
Capalbio

La Riserva Naturale del Lago di Burano è un'Oasi gestita dal WWF che si trova nel comune di Capalbio ed occupa una superficie di 410 ettari compresi tra Ansedonia e il Chiarone, di cui 140 occupati dal lago.
Partendo dal mare, la vegetazione che caratterizza la spiaggia comprende gigli di mare, soldanelle di mare e santoline, cespugli di ginepro fenicio e coccolone. Il sottobosco è formato da lentisco, mirto, fillirea, erica e ginepro, mentre la foresta è composta da leccio, sughere, roverelle, aceri e rovere.

Oasi di Burano
Oasi di Burano - Credit: Nitticora Albina

La fauna è molto interessante e abbonda soprattutto d’inverno quando si possono osservare oche selvatiche, gabbiani, beccapesci, tarabusi e aironi cenerini. Nel canneto della riserva vivono numerosi usignoli di fiume, cannareccioni, forapaglie castagnoli e migliarini di palude. Numerose anche le varie specie di anatre come le morette e i moriglioni. Tra i rapaci troviamo il falco di palude e il falco pescatore. La macchia è popolata da uccelli silvani come capinere e pettirossi, mentre un ospite tipico è la tortora dal collare.
Nella macchia e tra le radure sabbiose della duna vivono i daini, l’istrice, il tasso, il coniglio selvatico, la puzzola e il riccio, ma si può avvistare anche la testuggine terrestre e palustre.

Info: wwf.it

Capalbio
Dove la vista corre sull’intera Maremma e vola fino al mare
Capalbio è un bel borgo del sud della Toscana, che si erge su un colle coperto dalla tipica macchia maremmana. Il borgo, nato come castello delle Tre Fontane di Roma (VIII secolo), nel periodo medioevale fu di proprietà della famiglia Aldobrandeschi. Successivamente passò ai Conti Orsini e nel 1416 fu annesso alla Repubblica Senese. ...
Approfondiscikeyboard_backspace