Museo Bernardini Fatti della vetrata antica
Luoghi di culto

Museo Bernardini Fatti della vetrata antica

Il primo tentativo italiano di un museo dedicato all' arte delle vetrate.

Sansepolcro
E' ospitato nella chiesa di San Giovanni Battista, una delle più antiche della città. La chiesa, le cui prime notizie risalgono al 1126, è oggi spoglia e priva degli altari, ma presenta alle pareti tracce di affreschi risalenti al Trecento. Fu per questa chiesa che Piero della Francesca dipinse il celebre Battesimo di Cristo oggi alla National Gallery di Londra, mentre le tavole di Matteo di Giovanni (che lo completavano) si possono vedere al Museo Civico di Sansepolcro.

La raccolta, ordinata da Franco Dall' Ara e voluta dal Comune di Sansepolcro e dal Capitolo della Cattedrale, è il primo tentativo organico in Italia di un museo dedicato all'arte delle vetrate. Conserva in gran parte opere di artisti attivi alla fine dell' Ottocento e ai primi del Novecento. E' completato da una raccolta di tavole a colori, bozzetti, testi e una serie di 40 incisioni della fine del Settecento raffiguranti le vetrate di Chantilly su disegni di Raffaello.

Di particolare interesse la crocifissione proveniente dalla cappella Morris di Gildestone, capolavoro dell'arte preraffaellita inglese, verosimilmente eseguito su disegno di William Morris.. Si segnalano inoltre opere e frammenti della ditta milanese Corvaja e Bazzi, specializzata nella tecnica dell'émail-tubè.

Prezzo:
1,50 €

Accesso handicap:
NO

Contatti:
via Giovanni Buitoni 9
SANSEPOLCRO (AREZZO)
Telefono: 0575 740536 (Uff Turistico);
0575 732218 (Museo Civico);
339 2500785 (Dall'Ara)
E-mail: museovetrata@alice.it
museovetrata@libero.it
Sansepolcro
Il borgo delle torri e dei palazzi, sorto ai piedi dell’Appennino e che ha dato i natali a Piero della Francesca
Porta della Toscana posta ai piedi dell’ultimo tratto dell’Appennino, Sansepolcro domina l’Alta Valle del Tevere, che si apre in un vasto anfiteatro montano e collinare, delimitato dall’Alpe della Luna, dalla Massa Trabaria, dalle colline della vicina Umbria, dai monti dell’Aretino e dell’Alpe di Catenaia. ...
Approfondiscikeyboard_backspace