fb track
Balze Volterra
natureElementi naturalistici

Le balze di Volterra

A Volterra il fenomeno naturale delle balze crea panorami mozzafiato sulle colline

Map for 43.41401,10.84932
Volterra

Le balze di Volterra sono un fenomeno naturale che regala un paesaggio affascinante e terrificante allo stesso tempo. Si tratta di voragini create da una lunga erosione causata dal tipo di suolo: quando infatti più deboli sabbie in superficie lasciano passare l’acqua piovana, il terreno sottostante, sostanzialmente argilloso, tende a scivolare. Nel tempo, sono state inghiottite chiese, monasteri, strade e persino una necropoli. L’area è stata spazio di sepoltura fin dal X secolo a.C. e molte delle urne conservate nel museo etrusco Guarnacci sono state trovate proprio qui.

Badia Camaldolese
Badia Camaldolese - Credit: Bernd Thaller
"Chi sciacqua le lenzuola alla Docciola, convien che l’acqua attinga alla Mandringa" - G. D'Annunzio

A picco su uno degli alti strapiombi delle balze, resiste la badia camaldolese, chiamata anche abbazia dei Santi Giusto e Clemente. La sua costruzione risale al 1034 e i monaci l’hanno abitata fino a metà Ottocento, quando un violento terremoto li mise in fuga verso un luogo più sicuro. La chiesa annessa non si salvò. Negli anni, in molti si sono cimentati nel tentativo di bloccare il fenomeno franoso, dal Granduca Cosimo II fino all’Ottocento. La progettazione di monumentali opere murarie non sortì alcun effetto, solo la natura, nel tempo, ha potuto, con il rimboschimento, quantomeno rallentare l’erosione. La badia merita una visita per il chiostro e il refettorio ben conservati, ma anche, semplicemente, per il panorama che offre.

Nei pressi delle balze si segnala il curioso masso di Mandringa, una fonte accompagnata da misteri e leggende. Voci narrano che, il sabato notte, questo fosse il punto di ritrovo preferito dalle streghe per le loro magiche danze. Più certa è la citazione che fa Gabriele D’Annunzio di questo luogo, di cui spiega l’importanza come sorgente che alimenta le fonti di Docciola, sempre a Volterra.

Info: http://www.volterratur.it/

Volterra
Viaggio nel borgo più antico della Toscana
Volterra è una città dall’aspetto inconfondibilmente medievale, dove è ancora possibile gustare l’atmosfera di un borgo antico, la cui autenticità è protetta dal relativo isolamento che ha limitato lo sviluppo del centro in epoca industriale, salvaguardando la città dalle speculazioni edilizie. ...
Approfondiscikeyboard_backspace