Castello dell'Imperatore di Prato
location_cityArchitetture

Il Castello dell'Imperatore di Prato

L'imponente complesso fu costruito per volontà dell'imperatore Federico II di Svevia

Prato
Il Castello dell'Imperatore di Prato è l'unico esempio di architettura sveva nell'Italia centro-settentrionale. Fu costruito dall'architetto siciliano Riccardo da Lentini fra il 1237 e 1248 per volere dell'imperatore Federico II di Svevia, che non arrivò mai fino a a Prato: la fortezza fu abitata dal suo vicario in Toscana, incaricato di presidiare la strada che collegava il Sacro Romano Impero con l'Italia meridionale e la Sicilia.
Simboli imperiali sono i leoni di Svevia scolpiti ai lati del portale d'accesso, in serpentino verde e alberese, così come il timpano classico ricorda il potere imperiale della Roma dei Cesari.
Il Castello dell'Imperatore
Il Castello dell'Imperatore - Credit: magro_kr
 
Nel corso del XIV secolo il governo fiorentino trasformò l'edificio in presidio militare e prigione, collegandolo alle mura trecentesche attraverso un camminamento coperto: il Cassero.
Dall'interno si accede all'ampio cortile e alle sale delle torri. Una scala all'interno del torrione sull'angolo orientale permette di raggiungere il camminamento superiore che corre lungo tre lati del perimetro. Da qui si gode un magnifico panorama sui monumenti cittadini e sulle colline e la piana circostante.
 
Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace