Castello Malaspina di Massa
account_balanceMusei

Castello Malaspina di Massa

Da carcere a centro per esposizioni

Massa
Il castello domina la città dall’alto di un colle roccioso posto alle pendici delle Alpi Apuane. L’occupazione del sito avviene presumibilmente in età altomedievale ad opera dei marchesi di Massa, anche se la prima documentazione scritta relativa al castello risale al XII secolo. Nel XV secolo Massa diviene proprietà dei Marchesi Malaspina di Fosdinovo. Questi trasformarono il castello in residenza attuando importanti interventi architettonici che compresero anche ammodernamenti degli apparati difensivi, e che ebbero termine nel XVII secolo.

Il complesso architettonico, che alla fine del XIX secolo fu definitivamente trasformato in carcere, mantenendo questa funzione fino al 1946.

Si presenta oggi, dopo gli interventi di restauro, composto da tre unità distinte: la possente cinta muraria, corredata da baluardi, camminamenti e vani per le artiglierie, la residenza e il mastio. Ognuno di questi elementi presenta varie fasi di edificazione, ampliamento e modificazione. Di notevole interesse è la parte residenziale che si sviluppa intorno ad un’elegante cortile interno e presenta notevoli affreschi sia nelle sale interne che sulle facciate dei palazzi.
 
 
Massa
Una città ricca di storia e cultura
Forse meno conosciuta di quanto meriterebbe, Massa è un’antica città in cui ancora si respira l’atmosfera medievale. Situata in una conca naturale incastonata tra le Alpi Apuane la città, le cui origini risalgono all’882, è uno scrigno in cui perdersi tra gioielli di arte e di architettura. ...
Approfondiscikeyboard_backspace