fb track
Piazza al Serchio

Piazza al Serchio

Un pugno di paesi sui monti tra Garfagnana, Emilia Romagna e Lunigiana

Piazza al Serchio si trova nel punto in cui convergono le strade che collegano Garfagnana, Emilia Romagna e Lunigiana, in quello che è il centro gravitazionale di tutta l’alta valle. Il territorio del comune è caratterizzato dalla presenza di numerose piccole frazioni di peculiare bellezza, quasi tutte racchiuse entro i due rami originali del fiume Serchio: Soraggio e Minucciano. La bellezza del territorio, mosso dai rilievi di colli e monti e protetto in parte dalla presenza del Parco dell’Orecchiella, fanno di Piazza al Serchio una zona ideale per gli amanti della natura e del trekking, nonché una valida base di partenza per la scoperta della Garfagnana.

Le origini del borgo risalgono all’epoca pre-romana, mentre sono stati rinvenuti anche diversi reperti archeologici di età Longobarda. Durante il Medioevo Piazza al Serchio conobbe un periodo di grande crescita economica, favorita da una posizione geografica che consentì un notevole sviluppo dei centri abitati. Piazza al Serchio è stata sotto il controllo del Vescovo di Lucca fino al 1700, per poi passare tra i possedimenti del Duca di Modena fino all’Unità d’Italia. Fino al 1863 il Comune veniva chiamato Pieve di Castelvecchio, da un antico castello medioevale castrum vetus, posto sopra un “doglione”, uno dei grandi coni di origine vulcanica che contribuiscono a definire il carattere del paesaggio di questo paese (comparendo come protagonisti di tantissime foto). 

Il nome di Piazza al Serchio si dovrebbe a un ampio spiazzo adibito, nel Medioevo, ai mercati che periodicamente venivano allestiti in questa zona, agorà che si trovava nella zona dell’attuale Stazione Ferroviaria. Successivamente al termine Piazza si decise di aggiungere il nome del fiume. Si racconta che proprio di fronte a questo spazio sorgeva una Pieve molto importante che contava ben 30 chiese sotto la sua giurisdizione ecclesiastica, distribuite in tutto il territorio della Garfagnana. Della vecchia pieve rimane solo la campana del 1271, rinvenuta durante recenti scavi archeologici, e posta attualmente nella chiesa parrocchiale.

Tra i monumenti più significativi vale la pena segnalare il bel ponte di San Michele, quindi le chiese di Piazza al Serchio, di Santa Maria Assunta a Borsigliana, di San Biagio a Petrognano, di Sant’Anastasio e la bella pieve di San Pietro. Da non perdere poi le manifestazioni che si svolgono ogni anno in questa zona, tra le quali spicca la Fiera di San Pietro, che si tiene nella domenica più vicina al 28 del mese di giugno: occasione d’oro per gustare alcuni tra i migliori prodotti e i piatti tipici della cucina del luogo.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Piazza al Serchio
&
Il territorio
Garfagnana

Garfagnana

Una terra ricca di storia e boschi incontaminati
Un territorio incantevole, racchiuso tra le Alpi Apuane e l'Appennino Tosco-Emiliano e solcato dal fiume Serchio, ricco di storia e tutto da scoprire. ...
Approfondiscikeyboard_backspace