Molazzana

Molazzana

Antiche fortificazioni e itinerari tra le Alpi Apuane

Il nome di Molazzana compare per la prima volta in un documento del 1105. In epoca medievale Molazzana fu dominio feudale dei signori di Careggine e dei Porcaresi. Dal 1308 divenne possedimento della Repubblica Lucchese, ma suddiviso tra le vicarie di Barga e di Camporgiano. Dal secolo XV entrò a far parte del Ducato estense.

Un momento negativo della storia di Molazzana è sicuramente il 1839, anno in cui venne soppresso come comune da Francesco IV e unito a Castelnuovo. Nella storia più recente questo territorio è stato uno tra i più martoriati della Linea Gotica durante la Seconda Guerra Mondiale

Tra le strutture architettoniche del comune di Molazzana meritano una visita le fortificazioni. La più famosa è la fortezza di Cascio, fatta costruire nel 1615 da Alfonso III. Di questa costruzione rimangono oggi due porte, un tratto di mura e due torri. Lo stesso capoluogo è dominato da un castello del sec. XV, che nonostante i restauri che si sono succeduti nel tempo, conserva ancora l’antica struttura. Antiche e tutte molto interessanti le chiese parrocchiali del comune, di cui ricordiamo il Santuario della Madonna della Neve vicino a Sassi, la Chiesa Storica di Sassi di Sopra e il Castello Estense di Molazzana.

Per chi è appassionato di alpinismo il territorio del comune di Molazzzana offre vari itinerari che portano a raggiungere alcune delle cime più significative delle Alpi Apuane, come la Pania Secca (1711 mt.) e il Pizzo delle Saette (1720 mt.). Gli speleologi potranno invece visitare le numerose grotte, veri e propri capolavori della natura, tra cui l’Abisso Revel di 300 mt. All’Alpe di sant’Antonio, in località Colle a Panestra, si possono visitare la antiche miniere di rame e nelle vicinanze di Molazzana si possono ancora vedere alcuni mulini ad acqua per la macinatura del frumento e delle castagne.

Nella terza settimana di luglio a Sassi è possibile immergersi in un’atmosfera affascinante durante la Festa Medievale, manifestazione storica in costume con artisti di strada. E’ possibile gustare in antiche locande ed osterie menù tradizionali locali.

Tra i prodotti tipici del luogo sono da ricordare i gustosi prodotti del sottobosco e loro derivati, soprattutto nella zona dell'Alpe di Sant'Antonio, dove sono ancora visibili le antiche miniere di rame.

Cover image credit: « R☼Wεnα »

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Molazzana
&
Il territorio
Garfagnana

Garfagnana

Una terra ricca di storia e boschi incontaminati
Un territorio incantevole, racchiuso tra le Alpi Apuane e l'Appennino Tosco-Emiliano e solcato dal fiume Serchio, ricco di storia e tutto da scoprire. ...
Approfondiscikeyboard_backspace