fb track

Trekking nella storia e nella natura tra le dolci colline senesi

Lungo le antiche strade delle Crete

Per chi desidera perdersi in un itineario che tocca uno dei paesaggi più belli della Toscana non ha che da mettersi in cammino tra le colline senesi. Si parte daAsciano per attraversare il suggestivo paesaggio delle Crete senesi lungo comode carrarecce sterrate. Lungo l'itinerario si incontrano antiche pievi, un piccolo borgo e una ex stazione termale. In questa zona è stato rinvenuto anche un sito archeologico etrusco detto di Poggio Pinci. Si consiglia di evitare il percorso in piena stagione estiva, per la quasi totale assenza di alberi lungo il percorso.

Per maggiori informazioni: Carta dei sentieri e rifugi Multigrafic 1/25.000 n° 518 Cartina n°2 Crete Senesi - trekkingapiedi.it 

Prima tappa
Verso il sito etrusco di Poggio Pinci
Viadotto Poggio Pinci
Viadotto Poggio Pinci - Credit: Frank Andiver

Dal centro storico di Asciano, si attraversa il paese arrivando alla chiesa di Sant'Ippolito, si prosegue poi prima per un erboso sentiero campestre, poi per comoda carrareccia sterrata, toccando i poderi di Volpaie, Dolda, Monte Pollini, si sale poi sul panoramico poggio Rabatta, costeggiando il poggio Pinci e attraversando il caratteristico borghetto di Aia Vecchia. Si prosegue per l'ex stazione termale di Montalceto per poi attraversare il selvaggio Borro di Meleto, salendo per il podere Pecorile. Tutto questo seguendo il sentiero Cai n° 509.

Seconda tappa
Pievi immerse nella campagna
Paesaggio collinare ad Asciano
Paesaggio collinare ad Asciano - Credit: Fabrizio Angius

Dal podere Pecorile dopo circa 100mt. si prende il sentiero Cai n°539, abbandonando a sinistra il sentiero Cai n°509 e proseguendo a diritto passando per il podere Viliano, la Chiesa di Baccoleno, il podere Pisanella. Continuiamo per il largo sentiero carrabile fino ad arrivare ad un torrentello più o meno acquitrinoso. Appena superato il piccolo corso d'acqua, svoltiamo, attenti ai segnali, sulla destra seguendolo per diversi metri attraverso un boschetto. Quindi risaliamo attraverso i campi sulla sinistra, facendo attenzione ai segnali posti sulle staccionate, per il poderi Rafanello e Casanova, fino ad arrivare alla sommità del poggio Santa Lucia.

Terza tappa
Ritorno ad Asciano
Asciano
Asciano - Credit: Flavia Cori

Giunti al poggio Santa Lucia, abbandoniamo il sentiero Cai n° 539, per girare a destra prendendo il sentiero Cai n°511 (strada asfaltata), si prosegue per circa un chilometro, fino ad arrivare ad un incrocio si prende a destra una carrareccia Cai n° 541, dove si prosegue per circa 800 mt., fino al podere di Enone, da dove parte a sinistra il sentiero Cai n° 541/A, lo si prende, attraversando il Borro la Copra, giungendo nuovamente in località Asciano, da dove eravamo partiti.

&
Arte e Cultura