Da Firenze a Siena attraverso il Chianti Classico

Splendidi paesaggi collinari e spettacolari borghi medievali da scoprire

A cavallo tra Firenze, Siena e Arezzo, il Chianti è, indubbiamente, uno dei territori dove si respira maggiormente l’autentica atmosfera toscana. Dolcissimi paesaggi collinari bordati da lunghi filari di Sangiovese e una miriade di splendidi borghi medievali che sembrano galleggiare sospesi nel tempo.

Partendo da Firenze, vi consigliamo di seguire la scenografica SR 222, più conosciuta come Chiantigiana. Si tratta di una stretta strada che - tra curve e panorami mozzafiato - conduce i viaggiatori a Siena, attraversando una delle zone vitivinicole più celebri al mondo.


GREVE IN CHIANTI
. La prima tappa è  Greve in Chianti che insieme ai comuni di Radda, Gaiole e Castellina fa parte della zona di produzione vinicola più antica, tuttora riconoscibile per il famoso marchio “Gallo Nero” apposto sulle bottiglie. Da vedere l'antica piazza del Mercato, su cui s'affacciano il Palazzo Comunale e la chiesa di Santa Croce, senza tralasciare – naturalmente - le botteghe enogastronomiche dove assaggiare i prodotti tipici locali, come la celebre Macelleria Falorni e il Museo del Vino. Irrinunciabile anche la visita all’antico borgo di Montefioralle, un piccolo gioiello tutto da scoprire. A Panzano in Chianti, consigliamo poi una visita al paese e alla bottega di un altro noto macellaio, nonché “poeta” toscano, Dario Cecchini.


CASTELLO DI FONTERUTOLI. Si può poi proseguire verso Castellina in Chianti, riconoscibile per la sua imponente Rocca e le grandi mura che potrete percorrere a piedi. Da qui, scendiamo ancora qualche chilometro per visitare la cantina Castello di Fonterutoli che si distingue per la classica contemporaneità nello stile, nelle funzioni e negli spazi. La cantina progettata dall’architetto Agnese Mazzei appare all'improvviso, senza infrangere il delicato equilibrio tra natura, territorio e l’antico borgo e invita i visitatori in un percorso di stupore crescente.

CASTELNUOVO BERARDENGA. Proseguite poi per la strada in direzione alla pittoresca Castelnuovo Berardenga, sede dell’Associazione Nazionale Città del Vino. Prima di arrivare troverete numerose pievi e castelli come il maestoso Brolio, appartenente tuttora alla nobile famiglia Ricasoli.


SIENA. La prossima tappa è invece a Siena, una delle più affascinanti città toscane, ricca di attrazioni. Qui, non perdete l’occasione di bere un buon bicchiere di vino con la magnifica piazza del Campo a fare da cornice. Clicca qui per approfondimenti. 

CANTINA ANTINORI. Il nostro itinerario è giunto quasi alla fine: è il momento di rientrare verso Firenze, imboccando questa volta la superstrada  per fermarci, meravigliati, ad osservare uno dei capolavori dell’architettura contemporanea, la Cantina Antinori nel Chianti Classico, in località Bargino. La costruzione è incentrata sul legame profondo e radicato con la terra, con un basso impatto ambientale, e ad alto risparmio energetico.

All’arrivo si scorge una collina con due fenditure incise nel terreno coltivato a vigneto, la cantina rispecchia le tonalità della terra ed è stata costruita con materiali naturali, in assoluta armonia con il paesaggio circostante con il quale si fonde.  Qui i visitatori hanno la possibilità di scoprire come nasce il vino, dalla vigna alla bottiglia, passando attraverso i percorsi di vinificazione e affinamento.

 

Cover image credit: Davide Taviani