Livorno accessibile: scoprila con "Effetto Venezia"

Il porto di Livorno [Photo Credits: bobchin1941 bit.ly/10icExf]
Il porto di Livorno [Photo Credits: bobchin1941 bit.ly/10icExf]

Nel quartiere di Venezia a Livorno, ogni estate torna il tradizionale appuntamento con  'Effetto Venezia'. Mostre, performance, spettacoli ,  enogastronomia, artisti di strada  animano le strade e le piazze di questo caratteristico e suggestivo quartiere sull’acqua, costruito proprio con le tecniche veneziane in un periodo di grande sviluppo commerciale del porto di Livorno. Effetto Venezia è occasione di divertimento e di cultura fruibile da tutti, ma anche scoperta di aspetti altrimenti sconosciuti tra canali e ponti, luoghi ed eventi che ci raccontano la storia della città.

Vista dall'alto di Livorno [Photo Credits: Adrian Midgley bit.ly/13jAwzo]
Vista dall'alto di Livorno [Photo Credits: Adrian Midgley bit.ly/13jAwzo]

Il nostro itinerario – tutto accessibile - si snoda tra le strade più importanti di questa Venezia labronica, divenuta nel Settecento residenza dei più ricchi mercanti stranieri. Da Piazza del Municipio raggiungiamo il Ponte di Marmo, uno tra i più bei ponti del quartiere; dopo averlo  attraversato troviamo via Borra, la settecentesca via residenziale con i suoi imponenti  palazzi. Tra questi, al n. 25, il Monte di Pietà – o Banco dei Pegni, nato in relazione ai commerci. Proprio sullo stile dei palazzi veneziani, con  un accesso diretto sul canale (sul retro) che serviva per il carico e scarico delle merci, troviamo il Palazzo delle Colonne di Marmo in stile barocco (al n. 29). Ancora una splendida abitazione al n. 35, fatta costruire dal facoltoso mercante tedesco Huigens;  il palazzo che  porta il suo nome ha al suo interno un chiostro, loggiati e ballatoi  (accessibile).

La terrazza Mascagni di Livorno [Photo Credits: capochiani bit.ly/UNuORd]
La terrazza Mascagni di Livorno [Photo Credits: capochiani bit.ly/UNuORd]

Il Ponte dei Domenicani, al termine di via Borra, ci conduce alla chiesa di Santa Caterina, o dei Domenicani,  con convento  attiguo di fine ‘600. All’interno della chiesa, accessibile, troviamo importanti opere di artisti livornesi del '700. Ancora un bel palazzo, quello del Refugio: lo troviamo al n. 10 -12 dopo gli Scali omonimi. Fu fatto  costruire alla metà del ‘700 dal marchese Ginori per avviare ragazzi orfani alle attività marinare. Proseguendo verso gli Scali Rosciano possiamo ammirare un tipico esempio di palazzo mercantile settecentesco che prende nome dagli stessi Scali (al n. 25);  sulla destra , in via delle Acciughe, troviamo Piazza del Luogo Pio, dove  pure si svolgono molte iniziative di ‘Effetto Venezia’.  In fondo alla piazza possiamo visitare i Bottini dell'Olio, un complesso che nel ‘700 serviva per la lavorazione dell'olio, oggi sede di mostre ed esposizioni (accessibile).

La passeggiata lungomare di Livorno [Photo Credits: loungerie bit.ly/WSyHmA]
La passeggiata lungomare di Livorno [Photo Credits: loungerie bit.ly/WSyHmA]

Ma una particolare visita di questo angolo di città attraverso i suoi canali, sotto piazza della Repubblica, lungo l'ottocentesco mercato fino al porto e alla Fortezza medicea ci viene offerta dal percorso in battello, occasione unica da non perdere. Il battello che ospita sino a due sedie a ruote si prende in piazza della Repubblica lato Fortezza, angolo via Avvalorati. Servizio disponibile tutto l'anno. Per informazioni e prenotazioni: 333 1573372 Altre informazioni   http://www.livornoeffettovenezia.it e www.livornoinbattello.it