Strette di Cocciglia
natureElementi naturalistici

Strette di Cocciglia

Natura, miti e leggende

Bagni di Lucca
Cocciglia, piccolo borgo, posto poco più in alto del torrente Lima, là dove la valle inizia ad aprirsi e all’uscita del canyon conosciuto come “le strette di Cocciglia”. Per secoli ha espletato la funzione di sentinella in quella parte della Val di Lima, facente parte dell’antico feudo longobardo della potente famiglia dei Porcaresi, al tentativo dei lucchesi di estendere il loro dominio in Val di Lima.

Quando i nevai si sciolgono, le acque si gonfiano, si attorcigliano e scavano sculture naturali nelle gole della Lima. Scendendo con cautela, per un piccolo sentiero in prossimità del ponte in pietra, si arriva in uno dei punti più tormentati,  appunto le "strette di Cocciglia", segnati da vortici e mulinelli incisi nella pietra. Sotto queste rocce si dice che si nasconda il Drago Regolo, il quale ogni notte esce in volo per sfamarsi; o che ci siano le porte dell'inferno perchè nelle notti di bufera si elevano dal profondo rumori che assomigliano ai gemiti e alle urla dei dannati. A differenza dell'Orrido di Botri non può essere percorso a piedi ma in canoa.

Visitando il paese possiamo vedere sempre alcune tracce del castello, i portoni principali, le mura e l'ingresso della rocca; e la chiesa parrocchiale.
 
 
Bagni di Lucca
Un raffinato centro termale famoso in tutta Europa
Probabilmente note fin dall’antichità romana, le sorgenti termali di Bagni di Lucca acquistarono grande rinomanza nell’XI secolo, ai tempi della contessa Matilde di Canossa, sino a diventare durante l’Ottocento una delle più eleganti stazioni termali d’Europa. ...
Approfondiscikeyboard_backspace