Museo della Grafica di Pisa
account_balanceMusei

Museo della Grafica di Pisa

La collezione è esposta in una nuova sede, Palazzo Lanfranchi, che ospita questa raccolta e mostre temporanee

Pisa

Il Palazzo Lanfranchi conserva il ricordo di una delle più antiche ed illustri casate pisane, appartenente alla prima aristocrazia consolare e protagonista della scena politica cittadina in tutto l'arco della vita comunale, i cui membri si inserirono tra gli sponenti della classe dirigente di Pisa anche sotto la dominazione fiorentina. Il palazzo fu acquistato nel 1539 dalla Famiglia Lanfranchi che si adoperò in una importante opera di ristrutturazione che ne unificò e correlò le varie parti.Il Comune di Pisa che ne diventò proprietario nel 1952 realizzò tra il 1976 e 1980 l'attuale ristrutturazione.

Nato nel 1958 per iniziativa di Carlo Ludovico Ragghianti, è una raccolta di grafica contemporanea che svolge una intensa attività espositiva in varie sedi nazionale e internazionali e offre la consultazione di una ricca documentazione. bibliografica e documentaria dagli anni Cinquanta agli anni Settanta.

La collezione si compone di quattro nuclei principali: la collezione di Sebastiano Timpanaro donata nel 1957, le opere donate dagli artisti, una serie di tirature in deposito perpetuo dalla Calcografia Nazionale di Roma e la collezione di Giulio Carlo Argan (600 opere tra incisioni e disegni).




Orario:
invernale: da martedì a domenica: ore 10-12 e 15-19. Chiuso lunedì
estivo:martedì-domenica ore 10-12 e 16-20. Chiuso lunedì


Prezzo:
per mostre temporanee ingresso 3,00 €


Accesso handicap:
Si

Contatti:
Lungarno Galileo Galilei 9
PISA (PISA)
Telefono: 050 2216060
E-mail: museodellagrafica.pisa@gmail.com
 

Pisa
Viaggio nella città dei miracoli, tra arte, cultura e tradizioni dell'antica repubblica marinara
Tappa fondamentale di un viaggio in Toscana sono da sempre Pisa e la sua Piazza dei Miracoli, e malgrado la presenza dei tanti turisti che da ogni angolo del mondo sembrano essere arrivati qui per provare, con l’aiuto della prospettiva, a tenere in piedi la torre pendente, il luogo è comunque capace di sprigionare una bellezza senza tempo, evocativa e potente. ...
Approfondiscikeyboard_backspace