Museo Archeologico del Chianti Senese, Castellina in Chianti
account_balanceMusei

Museo Archeologico del Chianti Senese

A Castellina in Chianti un percorso espositivo alla scoperta degli etruschi

Piazza del Comune, 18
Il museo territoriale per il Chianti senese comprende non solo reperti provenienti dal Comune di Castellina ma anche da Castelnuovo Berardenga, Gaiole e Radda in Chianti.

I locali del museo, che si sviluppano sui due piani della rocca medievale situata in piazza del Comune, sono suddivisi in due sezioni distinte: al piano inferiore i laboratori e l’atrio dedicato all’accoglienza del visitatore, al piano superiore le sale espositive vere e proprie.

L’esposizione, in questo primo allestimento, presenta i reperti archeologici come i documenti che testimoniano tre momenti importanti nella formazione del “paesaggio” chiantigiano. Si scopre, così, il Chianti dei pastori del bronzo finale (XI-X sec. a.C.), il Chianti dei principi etruschi, corrispondente alla fase arcaica della storia etrusca - dalla fine del VII secolo a.C. fino alla fine del VI secolo a.C. -, il Chianti degli insediamenti fortificati di altura, abitati che si svilupparono nel corso del IV secolo a.C. per poi essere abbandonati alla fine del III secolo a.C., probabilmente in relazione con i cambiamenti, che con la seconda guerra punica, si verificarono nell’intero scenario politico della penisola.

Tuttavia questa articolazione, completata da una sala dedicata ad un tema specifico (la sala focus) e dalla “vetrina degli indizi” (che presenta reperti anche non provenienti dal territorio chiantigiano ma con esso in relazione), non impone uno svolgimento della visita obbligatorio e rigido; al contrario, è data ampia possibilità al visitatore di scegliere e personalizzare l’esperienza con le proprie esigenze, la propria curiosità e il proprio interesse specifico. A cominciare dall’atrio – pensato come il prolungamento della piazza su cui il museo si affaccia - il visitatore potrà usare un’ampia strumentazione per svolgere una visita personalizzata e coinvolgente: due proiezioni multimediali lo informeranno sulle opportunità che il museo offre, dalle caratteristiche della collezione agli itinerari possibili sul territorio. Ed ancora potrà usare i due totem presenti nella stessa sala di accoglienza, forniti di monitor touchscreen per una facile e immediata consultazione interattiva, per scegliere la guida personalizzata che gli verrà consegnata al momento dell’acquisto del biglietto, prima di accedere alle sale espositive.

Le opzioni selezionabili sono numerose, riguardano il tipo di linguaggio (specializzato, nonspecializzato, adatto anche ai più piccoli, ecc.), le modalità di visita (in gruppo, con la presenza di bambini, ecc.), la richiesta di possibili approfondimenti, ecc. La stessa modalità sperimentata nell’atrio, delle proiezioni multimediali (filmati, fotografie e animazioni su di un unico schermo), si ritroverà in ciascuna delle sale espositive. In questo caso le installazioni permetteranno sia di mettere in relazione i reperti esposti con i siti di ritrovamento sia di percepire attività, temi e caratteri peculiari della fase culturale presentata nella sala.


Accesso handicap:
Si

Contatti:
Piazza del Comune 18
CASTELLINA IN CHIANTI (SIENA)
Telefono: 0577 742090
E-mail: info@museoarcheologicochianti.it, coordinatore@museoarcheologicochianti.it
http://www.museoarcheologicodelchianti.it/
Castellina in Chianti
Dolci colline tra le quali scoprire le antiche tracce degli Etruschi
Castellina in Chianti, poggiata su un delicato giaciglio di colli, accoglie con la dolcezza dei panorami chiantigiani. Il paese attende di rivelarsi al viaggiatore con una serie di palazzi patrizi, nati dalla ristrutturazione di precedenti presidi militari, edificati prima dai sodali dei conti Guidi, che dalla Garfagnana d’origine si spinsero fin nel cuore di Toscana tentando di controllarla ...
Approfondiscikeyboard_backspace