La rocca di Ceserana e Fosciandora
location_cityArchitetture

La rocca di Ceserana a Fosciandora

Fosciandora
Su una collina terrazzata sulla riva sinistra del fiume Serchio vicino al borgo di Lupinaia si erge la rocca di Ceserana, fortificazione medievale che nel XIII e XIV fu un importante rifugio durante gli eventi bellici.

La struttura si presenta con mura quasi verticali edificate con pietra di fiume, un camminamento per la ronda, con piccole feritoie  per armi da fuoco di piccolo calibro, che percorre quasi per intero le mura ed è chiuso da due torrioni posti a guardia dell'ingresso del borgo e delle colline sovrastanti il paese.

Nel quattrocento, in particolare tra il 1467  e il 1474, ci fu intervento voluto dalla famiglia estensi, che rivoluzionò la rocca per soddisfare le esigenze dei nuovi metodi difensivi a causa dell'introduzione di armi da fuoco più grandi e potenti e della vicinanza al confine dei nuovi territori e domini lucchesi.

Nel corso del 1500 la Rocca venne abbandonata e scelta da una banda di briganti come come base per le incursioni al di là del confine.

Nel 1614, a causa dei conflitti tra Lucca e Modena, fu richiesto un intervento conservativo in quanto versava in pessime condizioni,  progetto che non fu però portato a termine completamente per la cessata belligeranza da parte di Lupinaia.
Fosciandora
Dominata dalla catena appenninica e dalle Alpi Apuane è una terra di confine ricca di fascino e natura
Fosciandora per la sua natura di terra di confine, fra Garfagnana e Lucchesia, Toscana ed Emilia, ma nei tempi soprattutto fra Massa, Lucca, Pisa, Firenze, Ferrara e Modena è sempre stata in balia dei diversi signori, col proprio territorio diviso in diverse appartenenze fino al secolo 19°. ...
Approfondiscikeyboard_backspace