La rocca di Castiglione di Garfagnana
location_cityArchitetture

La rocca di Castiglione di Garfagnana

Castiglione di Garfagnana
Il borgo di Castiglione Garfagnana a 540 mt di altezza, grazie alla sua zona strategica che controllava la zona di passaggio verso San Pellegrino, il Passo delle Radici e la provincia di Modena, ha indotto le popolazioni che lo hanno abitato a fortificarlo. I primi furono i romani con il Castrum Leonis, su uno sperone roccioso nella parte più alta del paese, poi ampliato dai Longobardi.

Il castello ebbe una vita travagliata: nel 1170 venne assediato dai Lucchesi, che riuscirono a conquistarlo e lo distrussero in parte, dopo 15 anni venne ricostruito dai suoi feudatari, ma quando i castiglionesi ripresero nuovamente le armi contro Lucca, i lucchesi ritornarono e questa volta lo rasero al suolo.

Nel 1230 i castiglionesi,  ricostruirono le fortificazioni per l'ennesima volta ma nel 1277 la città si trovò ancora una volta al centro delle continue guerre che imperversavano in Garfagnana. Venne assediato dai lucchesi e distrutto per la terza volta.

Nel giugno del 1370 i figli di Castruccio Castracane occuparono il castello per un breve periodo, alla loro cacciata i lucchesi s’impadronirono definitivamente di Castiglione,  lo rafforzarono dotandolo di 5 torrioni, chiamati: della Brunella, dell’Orologio, di S.Michele, del Fattori  e di S.Pietro, vicino al quale sorge la rocca, dotata di gallerie comunicanti con l’esterno.

Nel 1610 Castiglione, si difese dall’attacco dei modenesi, resistendo al loro assedio ripetuto nel 1613 e da allora il borgo ebbe un lungo periodo di pace, i lucchesi non ripararono neanche i danni subiti durante l’ultima guerra con gli Estensi.

L’attuale struttura è del XIV secolo, in questi anni venne ampliata la cortina muraria con una lunghezza  di 750 metri e un'altezza tra gli 11 e 17 metri. Si snodano lungo un perimetro irregolare che segue la pendenza del terreno. Ai lati si alzano tre torrioni a pianta semicircolare, coronati nella parte superiore da beccatelli in pietra. La torre principale del Mastio è formata da grossi blocchi di pietra, le altre due sono chiamate del Castellano e della Campanella. Un quarto torrione a base quadrangolare, di cui restano solo alcuni ruderi, si trova nei pressi dell'ingresso, ed aveva funzione di polveriera.

La struttura di proprietà privata è visitabile solo con una guida.

Castiglione di Garfagnana
Un borgo fortificato che mantiene intatte le sue mura e l'antica rocca
La storia di Castiglione prende inizio dal primitivo "Castrum" costruito dai romani e si sviluppa in epoca longobarda e franca. L'intero paese di Castiglione è un monumento, in quanto ancora oggi mantiene le caratteristiche di un tempo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace