Colonna del Marzocco
Monumenti

La Colonna del Marzocco

La Colonna della Libertà di Donato Benti del 1513, simbolo del dominio mediceo su Pietrasanta

Pietrasanta

La colonna, realizzata da Donato Benti è detta del Marzocco in quanto reca alla sommità una rappresentazione, detta per l'appunto "Marzocco", costituita da un leone seduto con la zampa destra che regge lo scudo con il Giglio di Firenze.
Tale rappresentazione, è tra gli emblemi più antichi di Firenze, e proprio per questo venne scelta dall'Autore come elemento per segnare il definitivo passaggio di Pietrasanta sotto il dominio fiorentino.
L'autore stesso, Donato Benti, legò la sua attività all'espansione fiorentina, ed in particolare alla lavorazione del marmo che proprio in Versilia ebbe durante la dominazione di Firenze un grande impulso.
Nominato procuratore per dirigere le opere di cavatura dallo stesso Michelangelo, il Benti saldò definitivamente la sua figura professionale al comprensorio di Pietrasanta dove visse ed operò dal 1487 al 1498 e ancora dal 1507 alla sua morte. Proprio durante questo suo secondo periodo di attività a Pietrasanta, nel 1513 progettò e realizzò la colonna in onore di Firenze che aveva riconquistato questi territori dopo un breve periodo di dominazione francese.
(Articolo a cura dell' APT della Versilia)

Pietrasanta
Terra di artisti e lavoratori del marmo tra Alpi Apuane e mare
E’ una meta appetibile soprattutto per un turismo colto ed elitario. Pietrasanta, la piccola Atene della Versilia, così definita per la concentrazione di artisti che lì hanno deciso di mettere dimora, vanta radici antichissime nella lavorazione del marmo. A ricordarlo sono le imponenti vette delle Alpi Apuane che si stagliano sullo sfondo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace