Grotta San Filippo Benizi - Castiglione d'Orcia
Luoghi di culto

Grotta San Filippo Benizi

Luogo di preghiera e di pellegrinaggio

Castiglione d'Orcia

In località Bagni San Filippo, nel comune di Castiglione d'Orcia, si trova una cappella molto particolare e rara perchè scavata in una roccia di travertino. Prende il nome dal santo San Filippo, priore sei Servi di Maria ordine mendicante della  Chiesa Cattolica, che si rifugiò nel 1262 in questi luoghi saputo della sua nomina al papato dopo la morte di Clemente IV. Egli rifiutò questa responsbilità e andò sul Monte Amiata per diversi mesi. Alcuni testi scritti dall'ordine di Maria narrano il fatto che il Santo quando trovò questa grotta riuscì miracolosamente a far uscire l'acqua. Nascono così i Bagni di San Filippo, come riconoscenza alla gente del luogo che lo aveva accolto e aiuto in quel periodo. La devozione degli abitanti fece si di trasformare questo antro prima in cappella e poi in eremo. All'interno della grotta sono custoditi un busto in gesso del Santo (XVIII secolo) ed un crocifisso in legno, custodito dentro un tabernacolo, che secondo la tradizione è stato scolpito da San Filippo. Bagni San Filippo deve la sua origine alla presenza delle acque termali con proprietà terapeutiche conosciute fin dall'antichità. Merita una visita il Fosso Bianco, nei pressi del paese, dove scorrono le acque che creano, con i depositi calcarei lasciati dal loro passaggio, un paesaggio con rocce bianche.

Castiglione d’Orcia
Piccolo borgo fuori dal tempo, calato nel paesaggio delle crete senesi
Castiglione d’Orcia è un borgo immerso in paesaggi di incredibile bellezza. Il paesaggio che caratterizza tutta la Val d’Orcia – caratterizzato dalle tipiche conformazioni geologiche dette crete, biancane e calanchi – è dovuto a lente trasformazioni iniziate milione di anni fa. Le crete sono caratterizzate da terreni argillosi, dove i declivi mostrano forme flessuose e i poggi arrotondate. ...
Approfondiscikeyboard_backspace