Gambassi Terme
Mostre

Mostra permanente del vetro

La produzione vetraria di Gambassi Terme (secoli XII-XIV)

Gambassi Terme

Un mestiere dal sapore antico che si tramanda in questi territori ed ha avuto già nel XIII secolo botteghe di maestri bicchierai a Gambassi e Montaione che hanno esportato la loro arte fino a Murano.

A Gambassi Terme è visitabile la Mostra permanente dell’attività vetraria che espone circa 3000 reperti archeologici sia locali che italiani risalenti al periodo tra il XIII e il XVI secolo e raccoglie studi e ricerche storiche e archeologiche sulla produzione del vetro in Valdelsa. Tale attività, documentata fin dal XIII secolo e ormai scomparsa, ha costituito per secoli un elemento caratterizzante per l'intero territorio, la cui fama andava ben oltre lo stretto ambito territoriale.

La mostra fa parte di un progetto del Comune che è finalizzato a divulgare i risultati delle ricerche sul vetro preindustriale nel territorio e che comprende itinerari nei luoghi della produzione vetraria: il parco archeologico di Germagnana con la ricostruzione dell'officina vetraria trecentesca, il Centro per la Documentazione della Tecnologia e la produzione del vetro preindustriale.

I reperti esposti provengono dalle ricerche archeologiche intraprese negli ultimi venti anni. Sono accompagnati da pannelli didattici che sintetizzano le ultime ricerche storiche sulla produzione vetraria in Valdelsa.

Per approfondimenti: http://www.turismopertutti.terresiena.it/

Gambassi Terme
Benessere fisico e spirituale lungo la via francigena
Il territorio di Gambassi Terme è da sempre “terra di passo”, lo era per certo sin dal tempo degli etruschi, trovandosi sulla direttrice di Volterra, quindi per i romani, snodo della via Clodia tra Siena e Lucca e, nell’Alto Medioevo, per i viaggiatori: in particolare per i pellegrini che percorrevano la via Francigena (come fece l’arcivescovo Sigerico di Canterbury, che nel suo itinerario ...
Approfondiscikeyboard_backspace