Area archeologica nel Valdarno
location_cityArchitetture

Villa del Virgigno, un'antica fattoria romana

A Montelupo le evidenze di un’antica dimora che fu sede di una villa risalente al II e al I secolo a.C.

Via dei Pozzi, 2
Alla fine degli anni Ottanta, un lavoro di sistemazione agricola sulla riva sinistra del Virginio (o Virgigno, secondo un’antica denominazione oggi tornata in auge), fece emergere alcuni reperti riconducibili alle fondamenta di una villa del II e del I secolo a.C. Si trattava verosimilmente di una fattoria romana, costruita in un’area seminativa di grande interesse per i coloni che si stabilirono nel medio Valdarno nel periodo tardorepubblicano. L’area di 3000 metri quadrati si trova vicino alla confluenza tra il Virgigno e la Pesa.

L’edificio, il cui elemento caratteristico è il lungo portico (52 metri di lunghezza per 11,20 metri di larghezza), si divideva una parte adibita alle funzioni agricole e una parte invece ad uso residenziale. Intorno alla domus si produceva uva e vino, come dimostrano le due vasche in malta e cocciopesto rinvenute nel portico.

I reperti che hanno messo gli archeologi del gruppo archeologico di Montelupo sulle tracce dell’antico edificio appartenevano invece ad una fornace, che è stata individuata a fianco di un muro perimetrale. La parte invece riservata alla famiglia e alla servitù era costituita dal piano superiore, dove si svolgevano le attività domestiche. Importante, come in altre ville romane dell’epoca, la zona termale, con il classico frigidarium, il tepidarium e il calidarium.

E’ possibile visitare l'area archeologica della villa romana del Vergigno e il vicino parco previa prenotazione con le guide autorizzate (Museo Archeologico e della Ceramica di Montelupo 055-51352), oppure durante le Notti dell’Archeologia, in cui è anche possibile entrare dentro il perimetro degli scavi negli spazi riservati ai visitatori.
Montelupo Fiorentino
Un viaggio nell'artigianato fra tradizione e innovazione
Il territorio del borgo si trova sopra un'area archeologica molto importante, qui sono stati ritrovati reperti che risalgono dalla preistoria fino agli etruschi e ai romani. Lo sviluppo della città si ha nel Medioevo con la costruzione del castello e con la specializzazione della produzione di ceramiche, una tradizione molto rinomata ancora fino ad oggi. ...
Approfondiscikeyboard_backspace