fb track
Firenze da Bellosguardo
Photo ©Ilaria

5 giorni alla scoperta dei set cinematografici di Firenze

Un viaggio nella città del Giglio, tra storia, arte e film

Firenze è stata la location per moltissimi film e produzioni televisive. Registi provenienti da tutto il mondo l'hanno scelta per accompagnare lo svolgimento delle pellicole e per fare da sfondo alle stelle del cinema. In realtà, vista l’immensa ricchezza artistica e culturale della città, potrebbero esserci stati più set.

La città culla del Rinascimento è stata comunque la cornice di racconti che hanno fatto la storia del cinema. Seguendo le orme di attori famosi e personaggi di finzione, si può seguire un percorso di cinque giorni e scoprire segreti e misteri fiorentini. Iniziamo il viaggio, ma attenzione: pericolo spoiler!

location_on
1
PRIMO GIORNO

Seguendo le orme di Lucy Honeychurch

Lucy Honeycurch, interpretata dall’attrice Helena Bonham Carter, è una turista inglese, nonché personaggio del film Camera con vista, diretto da James Ivory e tratto dall'omonimo romanzo di E. M. Forster.

Lucy vivrà una storia d’amore con la città di Firenze e con il personaggio George Emerson (interpretato da Julian Sands). Il suo itinerario ha inizio in piazza della Signoria e alla Loggia dei Lanzi, tappa obbligatoria per il visitatore che arriva a Firenze la prima volta. Prosegue poi alla volta di Santa Croce, dove si possono ammirare gli affreschi di Giotto nella Cappella Peruzzi. A pranzo o nel pomeriggio, si continua in piazza Santissima Annunziata per entrare nel Museo degli Innocenti, uno spettacolare esempio di architettura rinascimentale. Altrimenti, si può optare per un picnic sulle colline di Fiesole, raggiungibili anche grazie alla rete di autobus locali ATAF (info: ataf.net).

location_on
2
SECONDO GIORNO

I luoghi di Inferno

Inferno, uno dei romanzi più di successo dello scrittore Dan Brown, è stato adattato per il grande schermo da Ron Howard nel 2016. L’itinerario sulle orme di Robert Langdon (interpretato da Tom Hanks) inizia in piazza della Signoria per poi introdursi in quella che a lungo è stata la sede del “potere”: Palazzo Vecchio. Qui si può ammirare il Salone dei Cinquecento, il quale ospita molte scene del film.

Usciti da Palazzo Vecchio, si attraversa il piazzale degli Uffizi e il celebre Ponte Vecchio. Portando gli occhi al cielo, si vede il Corridoio Vasariano, usato dalla famiglia del Medici per muoversi in segretezza tra Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti.

In Oltrarno, il film mostra il Giardino di Boboli e la Grotta del Buontalenti; da qui si può visitare Palazzo Pizzi e dirigersi verso Porta Romana, un altro elemento chiave della storia di Inferno.

location_on
3
TERZO GIORNO

La Firenze di Hannibal

Anthony Hopkins ha interpretato, tra gli altri, Hannibal Lecter nell’omonimo film diretto da Ridley Scott nel 2001, sequel de Il silenzio degli innocenti. Il terzo giorno della nostra proposta vi portiamo proprio nei luoghi della storia ispirata ai romanzi di Thomas Harris. Andiamo a San Niccolò per ammirare Palazzo Capponi alle Rovinate (via de’ Bardi 36). Nel quartiere si possono esplorare botteghe e boutiques di prezioso artigianato locale (e quindi si può fare anche shopping). 

Anche se il Museo Bardini non è stato utilizzato come location del film, si consiglia una visita alla splendida collezione, fatta di sculture, dipinti e oggetti di arti applicate. Da vedere nel museo anche il Porcellino, una fontana di bronzo realizzata da Pietro Tacca che rappresenta proprio un cinghiale. A Firenze ne esiste una copia fuori dal Mercato Nuovo.

Il viaggio prosegue lungo Lungarno Torrigiani; si può vedere anche il circolo dei Canottieri di Firenze, a due passi dagli Uffizi. Arrivati all’altezza di Ponte alla Carraia, si attraversa per proseguire in via dei Fossi e in via della Scala. La nostra destinazione è la Farmacia di Santa Maria Novella, un punto di riferimento internazionale per la produzione di profumi e cosmetici.

location_on
4
QUARTO GIORNO

Tra Hannibal Lecter e Federico Fellini

Il quarto giorno, rimaniamo in Oltrarno nei dintorni di Santo Spirito e San Frediano. Queste strade sono piene di negozi, studi di artigiani e locali. La Basilica di Santo Spirito vale davvero una visita: è stata progettata dal Brunelleschi e iniziata nel 1444. Si tratta di una delle più belle creazioni architettoniche del Rinascimento

La tappa è ideale per gli amanti di Hannibal e non solo. I fan di Federico Fellini possono riconoscere via dei Serragli, via Santa Maria e Teatro Goldoni, set del film I  Vitelloni.

L’itinerario prosegue in piazza Tasso e a Bellosguardo, uno dei tesori più spettacolari di Firenze che regala una vista panoramica sulla città. Questa è anche l’area fiorentina che ha ospitato Henry James e Florence Nightingale.

location_on
5
QUINTO GIORNO

Nei luoghi di Un tè con Mussolini

L’ultimo giorno del nostro tour è dedicato a Un tè con Mussolini (in inglese Tea with Mussolini),un film del 1999 diretto da Franco Zeffirelli.

Seguendo questa traccia, da vedere è il Complesso di San Firenze: nel 2017, infatti, è stato convertito in un centro culturale che omaggia proprio la produzione di Zeffirelli. Voluto dallo stesso maestro, il centro accoglie e mette a disposizione della città e del mondo l’intero patrimonio artistico di una carriera lunga quasi settant’anni. Dopo la visita, si può fare una passeggiata in via Tornabuoni tra bar, locali e fashion store di alta moda.

Arrivati al termine della strada, se siete appassionati di storia, potete attraversare il Ponte Santa Trinita e andare alla Biblioteca Harold Acton: un rifugio perfetto per bibliofili.

Infine, torniamo nella location del primo giorno, piazza Santissima Annunziata, per visitare il Museo degli Innocenti, se non abbiamo avuto il tempo di farlo prima.

&
Altre proposte
&
Toscana da Cinema