dashboardCotto

Il cotto di Impruneta

Il punto di riferimento dell'edilizia e dell'arredamento

style
Categoria
Cotto

Tra le eccellenze artigianali toscane, spicca anche la produzione della terracotta, che si ottiene lavorando l'argilla con particolari tecniche e cuocendola poi in fornace. La terracotta più famosa è quella di Impruneta, un'antica cittadina a sud di Firenze.

Una cartolina dall'Impruneta
Una cartolina dall'Impruneta
Terracotta dell'Impruneta
Terracotta dell'Impruneta

L'argilla in questa zona ha caratteristiche particolari: è scistosa, molto ricca di ferro, molto malleabile e allo stesso tempo elastica e resistente.
La materia prima utilizzate per realizzare la terracotta viene estratta a Impruneta e nelle vicinanze: al Ferrone, a Tavarnuzze o nella Val di Greve.

La tradizione della lavorazione della terracotta affonda le radici nel lontano Medioevo. Basti pensare che le dinastie che lavorano la terracotta risalgono al Trecento; l'argilla plasmata e cotta ha connotato il paesaggio, l'architettura, il decoro urbano, l'economia locale. 

Tradizionalmente con la terracotta si realizzavano vasi, catini, stoviglie, mattoni; all'Impruneta ci si andò specializzando nella lavorazione di orci, anche di grandi dimensioni, per contenere l'olio e il vino, nonchè le altre produzioni enogastronomiche della zona.

Nel corso dei secoli, soprattutto grazie alla alta resistenza della materia prima, le lavorazioni in terracotta andarono a coprire tetti, ornare giardini, decorare facciate. La tradizione del cotto imprunetino resiste ancora oggi e i manufatti, realizzati nelle piccole e grandi fornaci della zona, sono un punto di riferimento sia nell'edilizia che nell'arredamento e nel decoro.

Cover image credit: Francesco Del Bravo

&
Scopri questa zona turistica
Chianti
Le colline del Chianti sono una dolce catena ondulata a cavallo fra le province di Firenze, Siena e Arezzo e caratterizzano questa terra cara agli uomini dalla notte dei tempi. ...
Scopri Chiantikeyboard_backspace