fb track
Santa Luce
Photo ©Lucarelli

Santa Luce

Quando il silenzio è un valore aggiunto

Leggi la storia Santa Luce su logo toscana ovunque bella Santa Luce - Tra l'alabastro e il Santo Graal - Toscana Ovunque Bella Santa Luce Tra l'alabastro e il Santo Graal Viaggio in una terra ricca di storie, vocata all'accoglienza e pronta alla meditazioneLeggi la storia

Campi di grano e distese di ulivi a perdita d’occhio: se ci si aggira per le terre di Santa Luce si viene permeati dalla luminosità e dai profumi di questa campagna. Siamo sulle Colline Livornesi, sembra quasi di sentire in lontananza il mare che si infrange sulla battigia, ma, più di ogni cosa, è la quiete di questo territorio che ci arriva alle orecchie.

Tra un poggio e l’altro, l’abitato di Santa Luce e i suoi borghi, con case sparse e pievi antichissime. Il centro principale è chiaramente medievale e sembra avere tutte le caratteristiche per essere il luogo prediletto dai leggendari Cavalieri Templari, che forse hanno nascosto, in qualche muro di questi, addirittura il Santo Graal.

Certo è che questo mare verde è un luogo che si presta alla contemplazione. Non a caso, nel paese di Pomaia, è sorto ormai da molti anni l'Istituto Lama Tzong Khapa, uno dei centri buddisti più importanti in Europa, dove ci si riunisce per ritiri di meditazione, seminari o, più semplicemente, per una tazza di tè. Siamo in mezzo a un paesaggio che parla, in cui si possono trovare lo spazio e il tempo per ascoltare anche il silenzio.

E questo è anche il paesaggio che ispirava i pittori macchiaioli, un paesaggio di cui si percepisce tutta la forza e la vitalità. L’Oasi di Santa Luce, per esempio, è la dimostrazione che la natura, a volte e per fortuna, batte l’uomo uno a zero. Questo immenso lago è nato artificialmente da una diga, ma poi la vegetazione lo ha reso un luogo ospitale per tutti quegli uccelli migratori che vi si fermano durante il loro lungo viaggio verso l’Africa. Anche il visitatore può scegliere di fare una sosta dal proprio cammino qui, grazie a un centro visite e laboratori didattici.

Chi invece lavorava senza tregua, in questi territori, erano i cavatori di alabastro, questa pietra straordinaria che, una volta arrivata nella vicina Volterra, veniva plasmata da abili artigiani. L’Ecomuseo dell’Alabastro, oggi, mette in evidenza il funzionamento di questa filiera diffusa che tocca appunto Santa Luce, la città etrusca e Castellina Marittima.

Per completare questo viaggio un po’ mistico, si aggiunge il villaggio disabitato di Monteforti, con la sua leggenda della Madonna, che, miracolosamente, venne vista trasportare acqua in una cesta di vimini bucata. Santa Luce è insomma un territorio in cui viene spontaneo sussurrare, anziché parlare.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Santa Luce
&
Il territorio
Baratti, Costa degli Etruschi, Populonia

Costa degli Etruschi

Un litorale da scoprire, tra natura, sport, storia e vini di pregio
La Costa degli Etruschi è un tratto di litorale caratterizzato dall’intensità della natura e dalla forza dei suoi colori, dalle spiagge belle e diverse e dall’impronta di una storia millenaria. ...
Approfondiscikeyboard_backspace