Manciano

Manciano

Nel cuore della Maremma panorami incantevoli e il fascino delle Terme di Saturnia

Leggi la storia Manciano su logo toscana ovunque bella Manciano Manciano, una Maremma da scoprire tra storia e sapori Un viaggio tra Saturnia, Montemerano e Manciano, un tuffo nel Medioevo e nei sapori della bassa Maremma.Leggi la storia
Il paese sorge arroccato sulla sommità di un colle aperto ai quattro punti cardinali, da cui è possibile volgere lo sguardo in ogni direzione: dall’Amiata alla vallata del Fiora, da Talamone ai lidi di Montalto di Castro, dall’Argentario alle Isole del Giglio e Montecristo.

Un paese dalle atmosfere magiche e misteriose; non a caso è sempre ricordato il detto popolare “Manciano delle streghe, dove si va si vede”. Abitato fin dalla preistoria, come testimoniano gli scavi archeologici compiuti anche nelle vicinanze di Saturnia, Marsiliana e Poggio Murella, dal XII sec. divenne dominio degli Aldobrandeschi e successivamente ereditato dalla famiglia dei conti Orsini di Roma.

La sua posizione geografica e le solide mura non bastarono a salvarlo dalla Repubblica di Siena che lo conquistò nel 1461 e vi costruì una fortezza da cui si gode un’incantevole panorama. Il territorio di Manciano, considerato fra i più suggestivi della Maremma, è percorribile grazie ad una notevole rete di strade campestri e sentieri che ben si prestano a piacevoli escursioni a piedi, in mountain-bike o a cavallo.

Fra le frazioni di Manciano sono da segnalare Montemerano, autentico gioiello medioevale, costruito su colle ricoperto da piante secolari di olivo, e Saturnia. Quest’ultima, definita da alcuni come la culla della civiltà italica, è ricca di testimonianze antichissime, etrusche e romane, e medioevali; ma più che altro deve la sua notorietà alle Terme le cui acque sulfuree sgorgano ad un temperatura di 37°,5 tutto l’anno.

Cover image credit: TPT

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Manciano
&
Il territorio
Butteri, maremma

Maremma

Mare cristallino, campagna intatta, terme e l’incanto dei borghi etruschi
Ampie distese in cui perdere lo sguardo, campi di grano, di girasole, una rotaia che taglia la campagna alle spalle di una pineta sul Tirreno. ...
Approfondiscikeyboard_backspace