Isola d'Elba

In mountain bike all'Isola d'Elba, tra mare e natura selvaggia

Scopri le incredibili bellezze del territorio

Tanti percorsi e proposte per scoprire l'unicità e la bellezza del territorio. Sentieri che si affacciano sul mare e altri dell'entroterra: tutto su due ruote, per i più sportivi e i meno allenati
Itinerari da effettuare in mountain bike per assaporare fino in fondo ciò che l'isola offre paesaggi meravigliosi, testimonianze del passato e cultura.

Monte Calamita

Km. 12 - 4h 00m - facile difficoltà
Il percorso parte e ritorna a Capoliveri e si trova nella zona delle miniere di ferro, che conserva ancora diversi interessanti esempi di archeologia industriale. Il sentiero è ampio e ben tenuto e attraversa una vegetazione di macchia mediterranea che sta lentamente riconquistando il territorio con ginestre e cisti ma anche acacie e mimose e più in alto sugherete e pinete. Qui è possibile avvistare pernici e lepri ma, soprattutto, è l’habitat ideale per numerosi gabbiani reali che hanno dato il nome ad un tratto della costa.

Campo ai Peri - Colle Reciso

Km. 5,0 - 2h 00m - media difficoltà
Un sentiero sulla dorsale centrale dell'isola, aperto allo sguardo sia verso i paesaggi del nord che quelli del sud, che attraversa differenti tipologie di vegetazione, dai roveti, fino alle ombrose pinete abitate da numerose specie di uccelli, come cinciallegre, cuculi e i cosiddetti "rampichini", ma anche da molte interessanti farfalle. Il percorso, dopo un bosco di lecci, termina sulla cima di Colle Reciso, dove si trova la Fonte di Schiumoli. Si possono compiere diverse deviazioni verso le spiagge assolate del Golfo Stella o, verso la rada di Portoferraio, ai resti della villa romana delle Grotte.

Golfo di Campo - Golfo Stella

Km. 11 - 3h 00m - difficile
Un percorso alle spalle di tre splendidi golfi: Campo, Lacona e Stella. La macchia mediterranea, a ridosso delle spiagge, presenta ampie estensioni di rovete di cisti, rosmarini, ginestre, mirti, lavandule ed elicrisi; in particolare, nel Fosso dell’Inferno, la vegetazione ha un grado maggiore di naturalità e vi si trova la linaria dell’Arcipelago, un fiore che vive solo nelle isole di Toscana. Da non perdere in primavera, la fioritura delle piante delle dune a Lacona, come il pancrazio o giglio di mare, oppure quella di euforbia spinosa sulle scogliere di Capo Stella.

Marciana - Chiessi
Km. 9,5 - 3h 30m - difficile
Un percorso per veri esperti, ma anche di grande bellezza per i paesaggi aperti su Capraia e Corsica. Dai boschi di conifere, nelle vicinanze del santuario della Madonna del Monte e di una sorgente d'acqua, si giunge sulla falda del monte Capanne, dominata dal granito e dai mufloni e dove, fra i cespugli di prunella e ginestra, si trovano anche i resti di antiche chiese romaniche. Infine, attraverso i boschi di lecci e castagni, dove vivono cinghiali e martore, si arriva a Chiessi, località ricca di terrazzamenti coltivati a vigneti.
&
In bicicletta