Villa Pazzi
location_cityArchitetture

Villa Pazzi

Oltrepassato il ponte di Bagnolo scorgiamo il folto verde che racchiude villa Pazzi a Parugiano (non visitabile)

Montemurlo
La dimora assume l'attuale aspetto di villa rinascimentale -con belle facciate pulite segnate da finestre importanti incorniciate di pietraserena- nel corso del '500 quando l'antica struttura di casa di campagna divisa in vari edifici adibiti ai lavori agricoli riuniti attorno ad una corte (cortile) per prendere la forma detta 'Palazzo', più decorosa, più adatta alle esigenze dei signori fiorentini che non vengono solo a sorvegliare il lavoro dei propri famigli ma anche a ricrearsi dalle 'cure' della vita cittadina.
 Documenti medioevali ci riferiscono l'esistenza di una 'turris Palusiano' appartenente ai Conti Guidi che poi constatiamo esser divenuta, forse nel XIV secolo -quando i grandi mercanti fiorentini presero a costruirsi i propri 'feudi'-, dimora magnatizia della famiglia dei Pazzi il cui nome al luogo attraverso il ramo genealogico di Caterina Lucrezia Pazzi santificata nel '600 col nome di Maria Maddalena che visse a lungo in questo luogo al quale rimane legata dal filo di una leggenda.

L'edificio conserva, nonostante le varie vicissitudini architettoniche, un'impronta spiccatamente cinquecentesca, epoca nella quale si arrichisce della Capella gentilizia. Questa, che consiste in una semplice sala rettangolore preceduta da un atrio, è lo scrigno di un tesoro d'arte infatti accoglie la preziosa serie di affresci di Giovanni Stradano raffiguranti vedute di ville conventi e castelli toscani fra i quali il borgo della Rocca di Montemurlo che viene rappresentato vivo e realistico, secondo il gusto del pittore di Gruges. Ammiriamo inoltre le immagini di Dio 'Padre', della creazione del mondo, della creazione dell'uomo, del paccato originale nello splendido giadino dell'Eden, del Giudizio Universale nel quale i peccatori si affolano trepidanti per ricevere l'ultimo verdetto mentre la morte attende lugubre le sue definitive ed eterne vittime.

La bellezza e l'esemplarità della sua opera fanno della piccola cappella una meta di studiosi internazionali.

(Fonte: Comune di Montemurlo)

Montemurlo
In viaggio colline della Valle del Bisenzio
Montemurlo è una moderna cittadina che negli ultimi 30 anni, ha subito un notevole sviluppo industriale e demografico con conseguenti modifiche per l'economia, il territorio e la cultura. Il territorio comunale si estende per 30, 66 kmq ed ha una popolazione di 18.373 abitanti (2008). Fanno parte del comune le località di Bagnolo e Oste. ...
Approfondiscikeyboard_backspace