Villa Chelini
location_cityArchitetture

Villa Chelini a Lucca

La villa è stata costruita nel 1909 per conto della famiglia Chelini che è tuttora proprietaria; non è visitabile all'interno

viale puccini 1745

Costruzione a pianta rettangolare, inserita in un giardino con cancellata in ferro battuto. La villa è composta di due piani oltre alla cantina e alla soffitta ed è coperta a padiglione con manto di tegole marsigliesi. Sulla sommità della copertura un'altana quadrangolare è coperta con una tettoia a quattro falde in lamiera sorretta da snelli pilastri.
Al piano terra, al centro del prospetto frontale una scalinata in pietra conduce a un portico d'ingresso coperto da un terrazzo retto da quattro colonnine; il portone d'ingresso è contornato da una fascia intonacata che lo sormonta con una forma ad arco a sesto ribassato. Le due portefinestre laterali presentano cornici e architrave in leggero aggetto. Le tre aperture sono unite da una fascia in cemento intonacato ornata da motivi geometrici e si aprono su una terrazza ad angoli smussati chiusa da una ringhiera in ferro battuto scandita da colonnine.
Al primo piano, sul prospetto principale, una portafinestra si apre sul terrazzo che corona il porticato d'ingresso. Tutte le aperture del primo piano hanno piedritti decorati a fiori e nastri, su cui poggia un frontalino ornato a motivi floreali e geometrici, e sono unite da tre fasce: una all'altezza del marcapiano, una seconda all'altezza dei davanzali e una terza a tre quarti circa delle finestre.
La soffitta presenta finestre di forma ellissoidale circondate da una cornice.
Gli stessi motivi decorativi caratterizzano gli altri prospetti.
L'edificio è percorso per tutta la sua altezza da lesene, in parte decorate con festoni e nastri, dalle quali si diramano dei raggi a forma di arco a sesto ribassato che vanno a congiungersi con la cornice posta sotto le finestre della soffitta.
Il sottogronda è decorato con mensole ornate da foglie di acanto.
L'edificio è una residenza privata e non è visitabile all'interno.
(Articolo a cura della Provincia di Lucca).

Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace