Viareggio, la pineta - Fonte : viareggio turismo
???.icon?????????

Viareggio e la sua storica pineta

Relax e divertimento nel verde… a portata di “mare”

Viareggio

Una caratteristica di Viareggio è quella di possedere due aree verdi molto estese, che danno la possibilità di farsi una passeggiata lontani dal rumore delle macchine, senza allontanarsi dal centro, oppure di fare uno sport sano all’aria aperta. Le due bellissime pinete rendono ancor più piacevole il soggiorno a Viareggio. Grazie alla ricca vegetazione, sono infatti luogo di ritrovo per piacevoli camminate e per combattere la calura estiva. I due spazi verdi prendono il nome di “Pineta di  Ponente” e “Pineta di levante” proprio per la loro disposizione all’interno della città.

 

La pineta di ponente - è la più piccola delle due, ma è molto amata dai viareggini e dai turisti, perché si trova al centro della città. In quest’area verde il passante può trovare tutto questo che può servire per il relax e per il divertimento: chioschi, ristoranti, aree riservate per gli animali, noleggi di biciclette, giostre per i bambini. I chioschi sono accoglienti, i noleggi per le biciclette offrono, oltre alle bici normali, noleggio di tandem, “grilli” e risciò. è anche possibile noleggiare un piccolo calesse guidato da Pony. Molti gli intrattenimenti che ivi si trovano: pizzerie, noleggi di biciclette, gelaterie e chioschi dove godersi un po’ di fresco nella quiete e nel verde. Al suo interno si trova anche un fiabesco laghetto dei cigni meta giornaliera di tanti piccoli spettatori.Vi sono anche diversi percorsi sportivi, campi da Tennis  Baby golf e bocciodromi e alcuni punti di ritrovo per anziani.

 

La pineta di levante - Nella Pineta vi sono due diverse realtà, una più mondana: il Viale dei Tigli lungo circa 6 km., percorribile in auto dalla darsena di Viareggio fino a Torre del lago Puccini e che è costeggiato da una lunga pista ciclabile e di numerosi chioschi/ristoranti e chioschi/Pub punto di ritrovo per i più giovani, che durante le calde sere d’estate utilizzano per trascorre alcune ore in dolce relax.Sala giochi, giostre e spazio bambini per i più piccoli.Percorrendo il Viale, incontriamo anche la restaurata Villa Borbone, oggi sede di eccezionali mostre, dove all’interno dello stupendo parco giardino, è possibile assistere nelle ore del tramonto, a incontri culturali di grande interesse.

Poi, nell’interno, c’è la parte più selvaggia dove si può fare sport o semplicemente passeggiare per godere di tutta la tranquillità del Parco naturale. È  una realtà territoriale multiforme, comprendente importanti aspetti ambientali e naturali: foreste igrofile ed aree palustri si alternano nell’immensa area boschiva, dominata da boschi di pino domestico e di caducifoglie. Procedendo dal mare verso l'interno si possono osservare le successioni vegetazionali caratteristiche del Parco. Lasciandosi alle spalle l'ambiente dunale si attraversa una prima fascia dove è presente una zona tipica dell'ambiente retrodunale: qui durante il periodo delle migrazioni si possono osservare alcune delle specie di uccelli acquatici come l'alzavola o l'airone cenerino. Si entra a questo punto in una prima fascia boscata a pino marittimo, frutto del rimboschimento fatto in passato al fine di proteggere dagli effetti devastanti dell'areosol marino la zona di pineta retrostante. In questo tratto si incontrano arbusti come il ginepro comune e il ginepro coccolone, il primo caratteristico delle zone costiere, che qui convivono grazie alle condizioni climatiche particolari. Procedendo verso l'interno si ha un alternarsi di depressioni dette "lame" che nel periodo di maggior piovosità si allagano e di antiche dune o tomboli, colonizzati da pini domestici e lecci. L'ambiente della lama particolarmente interessante per la presenza di vegetazione igrofila come l'ontano, il carpino, il pioppo bianco e ilrassino sui quali si arrampica la Periploca greca, rara liana, specie relitta del terziario.

 

 

 

Viareggio
Da un piccolo borgo di pescatori a una meta balneare tra le più note in Toscana, ecco la città del Carnevale
Il mare da una parte, le candide vette delle Apuane dall’altra, chi non ha mai visto la classica istantanea di Viareggio? Passeggiare tra le vezzose stradine del centro, prendere un gelato in Passeggiata o in pineta, spingersi al mare in Darsena o, ancor più là, verso la parte di spiaggia più selvaggia, la Lecciona - quasi a Torre del Lago; mangiare pesce in una delle tipiche trattorie di ...
Approfondiscikeyboard_backspace