account_balanceMusei

Il Museo Diocesano di Cortona

Nella raccolta di arte sacra anche capolavori di Beato Angelico e Luca Signorelli

Cortona

Il Museo Diocesano di Cortona raccoglie i capolavori provenienti dalla chiese e conventi di Cortona e della sua diocesi ed è ospitato nella cinquecentesca sede della confraternità del Gesù, costituita da due chiese sovrapposte: quella superiore di Gesù, con uno splendido soffitto ligneo, e l’oratorio inferiore, affrescato nel 1555 da Cristofano Gherardi detto il Doceno su disegno di Giorgio Vasari con scene dell’antico e nuovo testamento.
La collezione celebra in particolare celebra il genio locale Luca Signorelli, attraverso due opere autografe e altri dipinti eseguiti dal maestro in collaborazione con la bottega, come il Compianto sul Cristo morto e la Comunione degli Apostoli.

L'Annunciazione di Cortona di Beato Angelico
L'Annunciazione di Cortona di Beato Angelico

Tra le opere in mostra i capolavori di Beato Angelico, come l’Annunciazione e un Polittico con Madonna e i santi, ma anche la Croce del Lorenzetti, il Trittico del Sassetta, l'Assunzione di Bartolomeo della Gatta, l’Estasi di Santa Margherita del Crespi, il Reliquiario Vagnucci e il Parato Passerini, uno splendido parato da cerimonia pontificale realizzato nel Cinqtecento per il cardinale Silvio Passerini su disegni di Raffaellino del Garbo e Andrea del Sarto.

Info: diocesiarezzo.it

Cortona
Terra di numerose leggende
La bella città di Cortona è posta sul rilievo montuoso tra la Valdichiana e la valle del Tevere, una zona abitata sin dalla notte dei tempi. Cortona infatti è stata un importantissimo centro etrusco, tanto che la presenza in questa zona degli antichi insediamenti caratterizza ancor oggi con forza l’identità della città. ...
Approfondiscikeyboard_backspace