account_balanceMusei

Museo comunale Lucignano

Uno dei massimi capolavori dell' oriciferia italiana

Lucignano
E' ospitato in alcune sale al pianterreno dell'antico Palazzo Pretorio, oggi palazzo comunale. Particolarmente interessante è la Sala della Cancelleria, antica sede del tribunale locale, che nelle lunette della volta presenta affreschi, attribuiti a pittori senesi del Quattrocento, ha raffigurati una serie di personaggi illustri. Il museo è stato fondato nel 1924 e riaperto nel 1984 a seguito di un riordino. Conserva dipinti in prevalenza di scuola senese dal XIII al XVII secolo, oreficerie e arredi sacri.

Tra le opere più significative si segnalano tavole di Lippo Vanni, di Bartolo di Fredi, di Luca Signorelli, la Crocifissione di ignoto pittore di ambito senese del Duecento. L'opera principale del museo è soprattutto il grande reliquario di S. Francesco in argento, rame dorato e smalti con sei bracci per parte detto "Albero di Lucignano", realizzato tra il 1350 ed il 1476 da orafi aretini e senesi, uno dei massimi capolavori dell'oreficeria italiana.

Orario:
orario estivo (ora legale) : dal giovedì alla domenica 10,30-13,00 e 14,30 - 18,00
orario invernale (ora solare): dal venerdì alla domenica 10,00-13,00 e 14,30 - 17,30

Prezzo:
intero: 5€
ridotto: 3€

Accesso handicap:
completamente accessibile

Contatti:

piazza del Tribunale 22
LUCIGNANO (AREZZO)
Telefono: 0575 838001; 0575 8380035 (ufficio cultura)
E-mail: museo@comune.lucignano.ar.it
www.visitlucignano.it
Lucignano
Un esempio straordinario di borgo medievale nella Valdichiana
Lucignano, piccolo borgo della Toscana meridionale, rappresenta uno degli esempi più straordinari di urbanistica medievale, per il suo impianto a forma ellittica ad anelli viari circoncentrici, pervenutoci intatto dai secoli. ...
Approfondiscikeyboard_backspace